Sab 15 Feb 2020 - 1396 visite
Stampa

Lega centese, bilancio “agrodolce” dopo le elezioni: “Ora puntare al governo della città”

Mancata conferma in Regione per Marco Petazzoni. Si pensa a riunire il centrodestra e vincere al primo turno alle amministrative del 2021

di Serena Vezzani

Cento. All’indomani dei risultati delle elezioni regionali, anche la sezione centese della Lega nord tira le somme sulla tornata elettorale. È un bilancio “agrodolce” per il capogruppo consiliare della Lega Marco Pettazzoni, che ha ottenuto 1568 preferenze, non abbastanza per riconfermarsi in Regione: ma il 45,8% dei voti alla Lega nel Comune di Cento, per un totale del 58% dei voti alla candidata Borgonzoni, si è qualificato senza dubbio come “un risultato storico”.

Anche per il consigliere comunale Elisabetta Giberti “il risultato raggiunto è stato per noi motivo di orgoglio”, ma “abbiamo ancora tanto da fare e non ci fermeremo”. Si continua quindi a lavorare per la città, perché i centesi, “quando hanno un problema da risolvere chiamano la Lega e hanno bisogno di noi”. Sul locale, poi, si stanno scaldando i motori per le elezioni amministrative del 2021, e l’idea, anticipa Pettazzoni, è quella di “portare la Lega a governare”. Rimane però il sogno nel cassetto di “riunire il centrodestra e vincere al primo turno: i numeri ce lo consentono”. L’importante è avere gli stessi obiettivi, “senza formalizzarsi sulla bandiera”.

Anche Luca Cardi, neo responsabile provinciale dei Giovani Padani, esprime la sua soddisfazione per il risultato raggiunto: “L’obiettivo rimane quello di coinvolgere i ragazzi e indirizzarli in un percorso politico per formare una classe dirigente giovane”.

Riguardo al terremoto politico a ridosso delle elezioni, che ha visto il sindaco Toselli, dichiaratamente civico, schierarsi con la candidata Borgonzoni, Pettazzoni e Giberti non si sbilanciano: “Cento ha solo bisogno di cambiamento, è ferma da quattro anni in uno stallo che non fa respirare, merita di ritrovare l’antico splendore. La Lega è aperta al dialogo, ma i leghisti dell’ultimo minuto non ci piacciono”.

La prossima frontiera, ancora prima delle amministrative, sembra essere dunque l’impegno locale, con l’auspicio che gli esponenti locali del partito in consiglio Regionale sappiano tenere alto l’interesse sul territorio: “La Lega di Cento continuerà nel suo operato al servizio dei cittadini, dall’attenzione per le frazioni dimenticate alla ricostruzione”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi