Ven 14 Feb 2020 - 9308 visite
Stampa

Scatta l’ordinanza su piazza Verdi, sanzioni fino al Daspo

E' stata illustrata dal vice sindaco Nicola Lodi: "Non è contro la movida". In base alle risposte si valuterà in seguito se chiudere l'area

di Pietro Perelli

Lo aveva già annunciato a fine dicembre, ma ora scatta l’ordinanza “in materia di sicurezza a tutela del decoro e della vivibilità urbana” in piazza Verdi e zone limitrofe. La presenta il vice sindaco Nicola Lodi spiegando ancora una volta che “non è contro la movida ma a favore di chi vuole vivere quella piazza”.

“Sono stato costretto – aggiunge – per via di episodi continuativi” e “mi aspetto un segnale positivo dagli studenti”. L’idea è quella di “regolamentare la vivibilità e la fruibilità di uno spazio pubblico” in modo che piazza Verdi possa essere “vissuta da tutti”. Un’ordinanza che “va a favore degli studenti”, “a tutela di chi rischia la propria salute” e in accordo con “le associazioni di categoria e i commercianti che sono entusiasti”.

La novità principale rispetto alla bozza presentata alla stampa il 19 dicembre è quella che verrà sanzionato anche il trasporto oltre alla detenzione e al consumo di bevande alcoliche a partire dall’una e mezza fino alle 7,30. Le zone indicate rimangono le stesse, per cui quelle limitrofe a piazza Verdi, ma viene escluso il tratto di Carlo Mayr tra la piazza e San Romano “perché i commercianti si sono assunti la vigilanza” e nella zona non si sarebbero verificati casi di particolare rilevanza. Sono inoltre comprese piazza Gobetti e Travaglio oltre a tutta via San Romano.

Le sanzioni prevedono, “qualora il fatto illecito non sia già punito da altra norma di legge”, il pagamento di una multa tra i 50 e i 300 euro o, nei casi più gravi, “l’allontanamento del trasgressore”. Si tratta del così detto Daspo urbano che si intende riferito, spiega Lodi, “alle zone del centro storico”. L’ordinanza sarà in vigore fino al 30 giugno e nel frattempo verrà valutato se inserirla all’interno del Regolamento di Polizia Urbana. Allo stesso modo, verranno prese decisioni sulla chiusura della piazza, anche in base alle risposte che si avranno. In sostanza, i famosi cancelli che la dovrebbero chiudere, verranno messi nel caso si noti che questa ordinanza non sia sufficiente.

Qui sotto il testo completo dell’ordinanza

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi