Mar 4 Feb 2020 - 953 visite
Stampa

“Fuori dalle Bolle” per convivere senza odiarsi

Appuntamento l’8 febbraio a Grisù per la prima tappa del progetto che toccherà anche Trieste, Padova e Bari

Parte da Ferrara sabato 8 febbraio il ciclo di eventi “Fuori dalle Bolle, nuove narrative per convivere senza odiarsi”, ideato e organizzato dalle associazioni The Good Lobby, Cild (Coalizione Italiana Libertà e Diritti Civili) e Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa per rispondere a interrogativi e sfide cruciali poste dall’epoca in cui viviamo.

“Bolle mediatiche e sociali rafforzano i pregiudizi e riducono l’esposizione a opinioni differenti dalle nostre – spiegano gli organizzatori -. Un fenomeno che contribuisce a marcare sempre più la distanza tra mondo reale e mondo percepito, dove il secondo appare ormai spesso condizionato da sentimenti di intolleranza e insofferenza verso ogni forma di diversità e complessità”.

Quali parole si devono abbandonare e quali invece riscoprire per ridare voce nel dibattito pubblico a coloro che non si arrendono a odio e intolleranza? Quali cornici interpretative sono più efficaci per veicolare discorsi che vogliono trasmettere valori come uguaglianza, rispetto ed empatia?

Se ne parlerà con giornalisti, attivisti, ricercatori e semiologi nel corso di quattro tappe, che toccheranno le città di Ferrara, Trieste, Padova e Bari nel 2020.

A Ferrara, presso la sala Convitto di Spazio Grisù in via Mario Poledrelli 21, dalle ore 14.30 alle 18.30, interverranno Chiara Ferrari, coordinatrice delle indagini sociali, di opinione e di trend nel settore Public Affairs di Ipsos in Italia; Marco Binotto, professore associato presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma dove insegna Comunicazione, advocacy e consumo responsabile e Comunicazione sociale e istituzionale; e Federico Anghelé, mezzo analista, mezzo attivista,  direttore e responsabile relazioni istituzionali The Good Lobby Italia.

A seguire si terrà un workshop facilitato da Tommaso Sorichetti, service e user experience designer che progetta e gestisce processi decisionali collaborativi e pianificazioni condivise per soggetti pubblici, privati e organizzazioni a mission sociale.

“Mentre la fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni rappresentative continua a sgretolarsi – riprendono i promotori -, il mondo del sociale (non solo italiano) si trova da un lato oggetto di attacchi pubblici da parte di esponenti istituzionali, dall’altro continua a rappresentare un naturale contesto di partecipazione e approdo per tutti coloro che non si sentono rappresentati dagli attuali attori politici e che desiderano contribuire ad un cambiamento sociale. I giovanissimi tornano a riempire le piazze come non capitava da anni, chiedendo diritti, giustizia sociale e cura per il mondo che ci circonda. A loro e a tutti noi spetta il compito di costruire nuove narrazioni efficaci per descrivere le sfide e le opportunità del nostro tempo”.

Il pomeriggio si concluderà con un aperitivo offerto ai partecipanti a partire dalle 18.30 presso Hangar Birrerie. La partecipazione è gratuita, ma è necessaria l’iscrizione, disponibile sia su Facebook attraverso la funzionalità “Ottieni i biglietti” all’interno dell’evento pubblicato, oppure sulla piattaforma Eventbrite per chi non volesse utilizzare il social network.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi