Gio 6 Feb 2020 - 1491 visite
Stampa

I luoghi di cinema e tv diventano tappe cult delle vacanze

Il gusto per il viaggio si compone di tante piccole sfaccettature, che vanno a comporre e disegnare la vacanza perfetta. Quando si decide di partire entrano in gioco molti fattori dei quali tenere conto: ogni dettaglio (volo, sistemazione nelle strutture ricettive, svago) deve andare a riempire una ben precisa casella e i costi devono rientrare all’interno di un budget che è bene stabilire in anticipo. Il momento del confronto con gli altri componenti della comitiva (a meno che non siate dei viaggiatori solitari) risulterà cruciale per la scelta di una destinazione condivisa. Tra le mete che sempre più spesso vengono inserite anche solo per una tappa nei piani vacanza ci sono i set di film e serie tv che ci hanno appassionato al cinema o ci tengono incollati allo schermo di televisori e tablet. Il piacere di andare alla scoperta di luoghi sempre nuovi e ‘altri’, magari resi celebri o immortali da scene cult viste sul grande schermo, è anche un esercizio spirituale. Vedere cose belle riempie il cuore e la mente di serenità, insomma un elemento immancabile per rendere perfetta una vacanza (il cui intento è proprio quello di far staccare dallo stress quotidiano e ricaricare le pile).

I set più famosi: ‘Indiana Jones’, ‘Il signore degli anelli’ e ‘Il Segreto’

Accade ad esempio con una delle più celebri location della saga di Indiana Jones: il tempio di Petra, in Giordania. E’ proprio qui che si chiude il film ‘L’ultima crociata’, con Sean Connery e Harrison Ford. Un luogo amatissimo dai turisti e una tappa davvero imperdibile, proprio come a New York – dall’altro lato del mondo – è altrettanto popolare l’edificio che fu sede della caserma dei Ghostbusters, nel film omonimo. Un altro esempio è rappresentato da alcuni spettacolari luoghi della Nuova Zelanda resi celebri dal colossal ‘Il signore degli anelli’, diretto da Peter Jackson. E questo solo per fare alcuni esempi di capolavori del grande schermo. Nella vita di tutti i giorni siamo poi immersi nelle serie tv e nelle appassionanti soap opera: anche in questo caso spesso vengono organizzati dei veri e propri pellegrinaggi sui set di popolari titoli come ‘Il Segreto’, ambientato in Spagna e girato nei dintorni della capitale Madrid, oppure il nostro ‘Commissario Montalbano’, legato a doppio filo con la Sicilia e girato tra Agrigento e Ragusa (con la casa di Punta Secca che è sempre piena di turisti). Le soap opera, in particolare, risultano tra i programmi tv che da sempre riscontrano il più alto livello di fidelizzazione (hanno avuto origine all’inizio del Novecento). Sono in molti ad andare in cerca delle anticipazioni Il Segreto e di curiosità legate ad altri popolari titoli per il gusto di capire sempre meglio la storia e interpretare quel legame forte con la terra che fa da sfondo a trame complicate e ricche di colpi di scena.

Il concetto di ‘movie turism’ e come ha avuto origine

Il cineturismo, anche conosciuto come ‘movie turism’, rappresenta una tendenza nata e affermatasi nel secolo scorso. Si tratta di una conseguenza diretta dei flussi di turismo generati dalla cosiddetta cultura di massa. Addirittura sono fiorite agenzie che si sono specializzate nel proporre viaggi guidati proprio in quelle città, paesi o comunque nei luoghi dove sono stati battuti i ‘Ciak!’ di pellicole simbolo del cinema internazionale o della televisione (soap opera ma anche mini serie tv a puntate). Ogni anno si stima che siano oltre cento milioni i turisti che fanno la valigia e partono con il preciso intento di raggiungere queste speciali mete. Possiamo insomma affermare che si tratta di qualcosa di più di una semplice nicchia di mercato. Di ‘cineturismo’ si è iniziato a parlare in Italia nel 2003: si tratta di una pratica che, come abbiamo detto, esisteva già da tempo ma che ha iniziato ad essere compiutamente indagata e analizzata proprio allora. Volete un altro esempio banale? Tutti almeno una volta si sono chiesti se il Mulino Bianco dei biscotti fosse un luogo reale. Lo è, si tratta del Mulino delle Pile e si trova a Chiusdino nel senese: inutile dire che anche questa rappresenta una tappa più che obbligata per chi si trovi a passare da quelle parti, o ci vada di proposito per respirare l’aria di una giovinezza lontana. La diffusione culturale dei luoghi di tv e cinema infatti rappresenta sempre più spesso anche un mezzo per ritrovare la serenità.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi