Lun 27 Gen 2020 - 3422 visite
Stampa

Casa Pd, fiato sospeso fino all’urlo liberatorio

I candidati dem radunati nella sede tra paura e gioia finale per la vittoria

di Jonatas Di Sabato

Difficile descrivere l’atmosfera che circonda la sede del Pd ferrarese ad inizio serata: si cerca di sorridere ma l’aria è tesa, molto. Lo si capisce dall’unica dichiarazione fatta ai giornalisti dalla candidata Marcella Zappaterra: “Fino a risultato certo, non diciamo nulla”.

Insieme a lei al terzo piano di via Frizzi 19 ci sono i due segretari, Nicola Minarelli, quello provinciale, e Nicola Minetti, segretario cittadino. C’è anche Marco Fabbri, candidato indipendente nelle fila del Pd. All’interno della sala della segreteria provinciale, c’è una netta divisione: da una parte i candidati, i quali aspettano notizie, dall’altra i due segretari, che al loro pc sorvegliano ogni aggiornamento. Nel mezzo i tanti collaboratori, tutti ad osservare i propri smartphone.

Di sottofondo una tv accesa con la diretta di Mentana a far da traghettatore in questa nottata che può rivelarsi o il rilancio, o il definitivo fallimento.

Alle 23 e 36 la diretta di La7 dà una proiezione preliminare: Bonaccini si trova tra il 48.6 e il 52.6%, Borgonzoni tra il 40 e il 44%. Inizia ad esserci qualche sorriso ma nulla di calmante. Alle 23 e 50 arriva la prima vera proiezione: Bonaccini è al 51,8% Borgonzoni al 41,5%.

Si inizia a respirare, anche se l’aria è intrisa dal fumo delle sigarette accese per cercare di mantenere la calma. Si accennano sorrisi più distesi e si inizia anche a scherzare tra i presenti, anche se la tensione è ancora palpabile.

Nel frattempo arrivano anche i dati della Calabria, qui la situazione è molto meno confortante, ma si discute sul 30% raggiunto: un risultato comunque positivo a dire dei molti presenti al tavolo. A confondere le idee, però, ci pensano i dati della Rai, qui a mezzanotte il distacco tra i due contendenti è solo del 2%. Nel mentre, cinque minuti dopo la mezzanotte, arriva in sala anche l’ex vice-sindaco Massimo Maisto, anche per lui nessuna dichiarazione per i giornalisti, ma si nota l’ansia di quelle che sono elezioni spartiacque: da una parte il baratro di una sconfitta storica e la quasi sicura caduta del governo, dall’altro una vittoria che rappresenterebbe la giusta chiave di ripresa di un centro-sinistra in affanno.

A mezzanotte e dieci la maratona elettorale viene interrotta da un colpo di teatro di Salvini, il quale, contrariamente a quella che è la solita procedura, fa già delle dichiarazioni: “Grazie a chi ha votato. Siamo contenti di aver riportato al voto tanta gente e questa è già una nostra piccola soddisfazione. Ottimi risultati in Calabria. Ci dispiace che, in Emilia-Romagna la nostra candidata abbia dovuto subire degli attacchi perché donna”.

Su quest’ultima parte i membri del Pd ferrarese non ci stanno, contraddicendo in tutto e per tutto quello che dice il segretario leghista in tv. Dopo poco arriva anche il commento di Tiziano Tagliani tramite un messaggio a Maisto: “Salvini femminista che cita Gaber è uno spasso” ironizza l’ex sindaco. A mezzanotte passata da un po’ iniziano ad arrivare anche i dati dalle prime sezioni, la prima è la 138, siamo a Pontelagoscuro: 228 Bonaccini, 222 Borgonzoni.

La fiducia inizia a crescere. La macchina del conteggio vede i due lati contrapposti della sala ben organizzati: da una parte i due segretari al pc, sotto una foto di Berlinguer, a guardare i dati nazionali in silenzio, dall’altra Zappaterra la quale dà i dati delle sezioni ferraresi, e Fabbri le riporta al pc.

Alla lettura di ogni sezione il silenzio è tombale: ci si compiace per qualche buon risultato, per qualche recupero e ci si sorprende per dei dati che li vedono dietro alla Lega. Arrivati a mezzanotte e 47 parla anche il segretario del Pd Zingaretti: “Abbraccio i due candidati presidenti in Calabria e in Emilia-Romagna. Abbiamo raggiunto degli ottimi risultati”.

Tra una sigaretta, una risata e il continuo aggiornarsi di pagina passa l’una di notte e iniziano ad esserci dei volti preoccupati. Non si capisce perché da una parte le proiezioni diano Bonaccini vincente, ma i dati reali no. Passa altro tempo, arrivano altre sezioni, a Barco è un trionfo, insieme a questi dati la Rai manda un altra proiezione: è l’1 e 35 e tutti i dati danno Bonaccini in vantaggio, sia i reali, sia le proiezioni. In sala inizia a crescere l’aria di festa ma nessuno osa dire la parola “vittoria”.

Solo all’una e 40, dopo le parole in diretta tv del riconfermato presidente Bonaccini, la tensione lascia il posto ai festeggiamenti. È l’ora degli abbracci, dei sorrisi, delle bottiglie stappate e delle dichiarazioni che puntano tutte a sottolineare come questa campagna elettorale sia stata dura. Nessuno ha dato per scontata la vittoria.

Dopo le foto di rito e aver intonato Bella Ciao, si pensa già a come proseguire e non mancano i primi passi, come suggerito da Ilaria Baraldi, presente a tutta la serata, “dobbiamo analizzare subito i dati ferraresi” dice al giovane segretario cittadino Minelli, il quale con una certa soddisfazione dichiara alla stampa: “abbiamo recuperato molti seggi, questo è l’effetto dei primi mesi di Lega al governo cittadino”. Ma l’ora della riflessione più approfondita può aspettare, ora è tempo di tornare a festeggiare in casa dem.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa