Mer 15 Gen 2020 - 888 visite
Stampa

Dopo la sede Pd, vandali anche a scuola. Il sindaco: “Escluderei motivi politici”

Danni all'edificio scolastico Anna Frank, il sindaco di centrodestra: "Probabilmente gli stessi incivili che hanno colpito la sezione dem"

La scuola media Anna Frank

Lagosanto. Non solo la sede del Partito Democratico nel mirino dei vandali a Lagosanto. Ad essere colpita, nella stessa notte tra venerdì 10 e sabato 11 gennaio, è stato anche l’edificio della scuola statale ‘Anna Frank’, ubicato nella via omonima e tra l’altro a pochi metri dalla sede del Pd.

“Presumibilmente gli stessi responsabili di quei danni, dei criminali, hanno sfondato il cancello di ingresso della scuola, causando la rottura della serratura e utilizzando un carrello della spesa come ‘ariete’. Non contenti – racconta il sindaco Cristian Bertarelli – hanno ulteriormente infierito sull’istituto scolastico, gettando nel cortile interno sacchi dell’immondizia e danneggiando una scatola di derivazione”.

Considerata la coincidenza in termini di luogo e tempi, per Bertarelli “sembrerebbe venire meno la natura politica del gesto, inquadrato come una presunta scorribanda di criminali che hanno arrecato danno probabilmente per puro divertimento”.

“Ringraziamo come amministrazione il personale della scuola, che ha gestito la situazione in modo encomiabile, e invitiamo i cittadini che avessero notizie o informazioni utili su quanto accaduto a rivolgersi alla locale stazione dei Carabinieri oppure agli uffici comunali, auspicando che presto vengano individuati i responsabili di questi deprecabili gesti. Lagosanto non è odio nè violenza, è casa nostra ed è fatta di brava gente, questo è il messaggio che tutti insieme dobbiamo sostenere”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi