Mer 15 Gen 2020 - 622 visite
Stampa

Codigoro Green, una ‘squadra istituzionale’ per combattere l’inciviltà ecologica

Un progetto di sensibilizzazione e cittadinanza attiva, l'iniziativa del Comune in collaborazione con Clara, Cadf, Polizia Provinciale, Lida e Legambiente

Codigoro. “Contrastare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti e promuovere iniziative a salvaguardia di un territorio magnifico”. Sono semplici ma purtroppo ancora faticosi da raggiungere gli obiettivi del progetto ‘Codigoro Green’, lanciato dal Comune di Codigoro in partnership con l’amministrazione Provinciale di Ferrara, Clara, Cadf, Lida e Servizio Vigilanza Ambientale di Legambiente.

Un percorso che si snoderà nel corso dell’anno e vedrà il coinvolgimento attivo della popolazione e delle scuole, tra incontri pubblici e tavoli tematici, eventi en plein air, workshop e laboratori didattici, tutti uniti da un comune denominatore: favorire la tutela ambientale, la condivisione e la diffusione di buone pratiche di sostenibilità, la valorizzazione del senso di appartenenza alla comunità, la promozione di iniziative di partecipazione civica attiva.

Il progetto, forte di una candidatura inter-istituzionale, a settembre scorso ha ottenuto un finanziamento regionale di importo pari a 14mila euro, finalizzati alla copertura dei costi di attuazione. L’Amministrazione Comunale co-finanzierà il progetto con un proprio contributo di 2.500 euro.

“Abbiamo creduto molto nel bando e abbiamo sottoscritto un accordo di programma – spiega il sindaco Alice Zanardi – con più partners, cosa che ci ha permesso di acquistare un punteggio maggiore. Ci siamo classificati in un’ottima posizione in graduatoria, al 25° posto su 38 progetti finanziati e 77 presentati”.

“Si formeranno figure nuove, una sorta di sentinelle del fiume – prosegue il sindaco – da istituirsi in ciascuna delle nostre frazioni. Oltre a stimolare e a potenziare una coscienza civica collettiva, il Comune di Codigoro potrà contare sul coinvolgimento diretto dei cittadini e degli alunni delle scuole locali, impegnati anche in attività di monitoraggio e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, perché la difesa dell’ambiente non è più un tema da rinviare a domani, ma da mettere in atto oggi e sempre”.

“Muoverci nella direzione della riduzione dei rifiuti è una nostra mission naturale e un nostro dovere morale” conferma Maira Passarella, presidente del Cadf, entusiasta per l’adesione al progetto. “Oltre a gestire il servizio idrico infatti siamo costantemente impegnati nella promozione di attività di educazione ambientale nelle scuole. Anche in questa occasione ci adopereremo affinchè il progetto evolva al meglio”.

Sostegno entusiasta anche da Clara Spa, rappresentata dal presidente Annibale Cavallari, il quale ha rimarcato come “le fototrappole con l’applicazione delle multe a chi non rispetta l’ambiente sono un dissuasore temporaneo. Funziona l’educazione – ha aggiunto Cavallari – e da anni conduciamo attività strategiche nelle scuole con i bimbi, diffondendo i valori del rispetto ambientale e della raccolta differenziata. Questo progetto ci consente di sviluppare ulteriormente questi temi, coinvolgendo in maniera più incisiva la popolazione.”

“La difesa dell’ambiente – chiude il comandante della Polizia Provinciale Claudio Castagnoli – è un tema che tocca tutti in prima persona e non può essere rinviato a domani. Garantiremo da parte nostra massimo sostegno”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi