Mar 14 Gen 2020 - 3552 visite
Stampa

Aria malsana a Ferrara e Cento, scattano le misure d’emergenza

Restrizioni alla circolazione e al riscaldamento degli edifici fino a giovedì 16 gennaio

Ancora sforamenti dei valori massimi di Pm10 nell’aria rilevati dalle centraline Arpae a Ferrara e a Cento negli ultimi tre giorni, con conseguente attivazione delle misure emergenziali.

Per la città di Ferrara il superamento continuativo del valore limite giornaliero di Pm10 nell’aria nei tre giorni precedenti alla giornata di oggi, lunedì 13 gennaio, fa scattare da domani, martedì 14 gennaio a giovedì 16 gennaio (prossimo giorno di controllo Arpae) incluso, le misure emergenziali relative al Piano Aria integrato regionale e stabilite dall’ordinanza del sindaco di Ferrara dell’1 ottobre scorso.

Pertanto nelle prossime tre giornate, nella fascia oraria dalle 8.30 alle 18.30, alle limitazioni della circolazione già previste dal lunedì al venerdì, fino al 31 marzo (ovvero il divieto di circolazione per tutti i veicoli a benzina pre euro e euro 1, i diesel pre euro, euro 1, euro 2, euro 3 e i ciclomotori e motocicli pre euro), nell’area del centro abitato di Ferrara (escluse le strade ‘corridoio’), per i veicoli più inquinanti, si aggiungeranno quelle per i veicoli diesel Euro 4. Previste anche ulteriori misure relative all’abbassamento del riscaldamento all’interno degli edifici e al divieto di combustione all’aperto. Sono esclusi dal divieto gli “autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling) se omologati a quattro o più posti oppure con almeno due persone a bordo se omologati a 2/3 posti”, i veicoli a metano o gpl e quelli elettrici o ibridi con motore elettrico, e gli autoveicoli immatricolati come autoveicoli per trasporti specifici ed autoveicoli per usi speciali (art. 54 comma 2 Codice della strada e art. 203 Regolamento di esecuzione e attuazione Codice della Strada); sono inoltre esclusi i veicoli utilizzati per determinati tipi di servizi e trasporti indicati nell’ordinanza. Previsto inoltre il potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti sulla base delle limitazioni della circolazione in vigore e sul rispetto delle altre misure. Per quanto riguarda gli edifici, l’ordinanza prevede la riduzione delle temperature di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a massimo 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali; fino a massimo 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali e artigianali). Sono esclusi da queste indicazioni gli ospedali e le case di cura, le scuole e i luoghi che ospitano attività sportive.

E’ inoltre vietato sostare con il motore acceso (per tutti i veicoli), lo spandimento dei liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe, qualsiasi tipologia di combustioni all’aperto (falò, barbecue e fuochi d’artificio), nonché l’utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con classe emissiva inferiore a 4 stelle;

Per la città di Cento saranno in vigore le stesse misure emergenziali relative al Piano Aria da martedì 14 a giovedì 16 gennaio inclusi.

Cento applicherà i provvedimenti alle sole vie poste all’interno del centro storico del capoluogo, individuato dalle strade della cosiddetta ‘circonvallazione interna’, nel perimetro delimitato dalle vie IV Novembre, I Maggio, XX Settembre, XXV Aprile, viale Iolanda (nel tratto da via XXV Aprile a via 27 Gennaio), via 27 Gennaio, via Bologna.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi