Sab 14 Dic 2019 - 267 visite
Stampa

Caditoie in via Curiel e Fermi, rifacimento marciapiedi nei viali Matteotti e Pironi

Fabio Bergamini e Marco Vincenzi: "Interventi di piccole manutenzioni che rispondono a precise esigenze segnalate dai cittadini"

Bondeno. Occorre intervenire per migliorare le caditoie per la raccolta di acqua piovana in via Curiel e in via Enrico Fermi, ma ci sono da risistemare anche i marciapiedi di viale Matteotti e viale Pironi. Per questo motivo, la fine dell’anno viene dedicata alle piccole opere manutentive.

Piccole opere, certo, ma comunque preziose, perché «rispondenti a precise richieste dei cittadini, avanzateci durante i numerosi incontri pubblici dell’anno, oppure attraverso richieste portate direttamente in municipio o attraverso i social», avvertono il sindaco Fabio Bergamini e l’assessore ai lavori pubblici, Marco Vincenzi, che approfittano della circostanza per lodare il prezioso lavoro in termini di partecipazione avanzato dalla cittadinanza.

E allora ecco che la Giunta si è trovata ad approvare nell’ultima riunione del giovedì la progettazione definitiva-esecutiva di alcuni interventi già programmati. Per la precisione, quelli per la realizzazione di manufatti necessari alla raccolta delle acque meteoriche in via Curiel e via E. Fermi, ma si parla anche degli interventi necessari alla sistemazione di una parte dei marciapiedi presenti in viale Matteotti e viale Pironi. Due vie di grande transito veicolare, ma anche pedonale. Viale Matteotti, peraltro, è la via di comunicazione che porta alla stazione dei treni, ed anche un percorso abituale per chi dal centro arriva alle scuole superiori di via Giordano Bruno.

Dunque, «si può parlare di due interventi necessari – avvertono Bergamini e Vincenzi – che abbiamo approvato in Giunta per consentire di iniziare i lavori con la massima sollecitudine». Il progetto per le suddette opere è stato redatto dal geometra Paolo Romoli del settore tecnico, e contiene tutti gli elementi anche per quanto riguarda computo metrico estimativo, capitolato, stime dei costi e planimetrie varie, che sono conservate agli atti dagli uffici tecnici. Gli interventi avranno un importo di poco meno di 16mila euro. L’approvazione della progettazione definitiva-esecutiva degli interventi consentirà ora di passare alla parte operativa, «in modo – conclude l’Amministrazione – da proseguire nella programmazione avviata da tempo di manutenzione del patrimonio pubblico».

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi