Mar 10 Dic 2019 - 208 visite
Stampa

Uno sportello antiviolenza grazie a “Nontiscordardime”

Il sindaco Pagnoni: «Si è realizzato un progetto che andrà a operare in un territorio più vasto su cui poter contrastare ogni forma di violenza e di discriminazione contro le donne»

Copparo. Esprime soddisfazione il sindaco Fabrizio Pagnoni per il finanziamento che la Regione Emilia-Romagna ha attribuito all’Unione Terre e Fiumi per l’apertura a Copparo di uno sportello antiviolenza. Si tratta di un finanziamento di 21.400 euro per il progetto “Nontiscordardime”, finanziato nell’ambito di un intervento della Regione Emilia-Romagna per contrastare la violenza di genere.

«Ci fa piacere – conferma Fabrizio Pagnoni – che questo progetto che tutela le donne che subiscono violenza sia stato adottato dall’Unione Terre e Fiumi con propria delibera di Giunta. L’iniziativa è partita dalle consigliere di maggioranza della Commissione Pari Opportunità del Comune di Copparo, a questa nostra proposta hanno aderito anche gli altri Comuni dell’Unione. Si è così realizzato un progetto che andrà a operare in un territorio più vasto su cui poter contrastare ogni forma di violenza e di discriminazione contro le donne».

Lo sportello sarà parte della rete del Centro Antiviolenza Provinciale gestito dal Centro Donne e Giustizia, a completamento di una logica di rete provinciale che risponda alle situazioni di violenza, al fine di assicurare adeguati interventi di protezione della donna.
Le ragazze e i ragazzi della scuola media dell’Istituto Comprensivo di Copparo sono al lavoro per elaborare il logo dello Sportello “Nontiscordardime”, che verrà scelto nei prossimi giorni e andrà a identificare questa iniziativa di comunità.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi