Mar 3 Dic 2019 - 362 visite
Stampa

Il sindaco agli studenti dell’Einaudi: “Finanziamo progetti utili alla vostra formazione”

Alan Fabbri intervistato dagli allievi parla di scuola e dei progetti del Comune

Il sindaco Alan Fabbri accompagnato dalla dirigente scolastica Marianna Fornasiero e dal professor Pietro Benedetti è stato ospite dei ragazzi dell’istituto “L. Einaudi” di Ferrara e ha parlato davanti alle telecamere del Tg di istituto. Una breve intervista, quella della Troupe del progetto Studen Tg, incentrata sulla sua visione della scuola e su ciò che vuole attuare per il suo sviluppo. Come per gli altri lavori realizzati a montaggio terminato l’intervista sarà visibile sul canale Youtube Studen Tg Einaudi.

Il sindaco parte raccontando le differenze tra quando era studente lui e ora cercando di sottolineare come “a mio avviso questo sia un tema molto importante”. Allo stesso modo ammette e spiega le difficoltà di gestione e organizzazione suddivisa tra dirigenti scolastici, ministero che gestisce i programmi, muri della scuola che possono essere di proprietà provinciale o comunale. Nonostante ciò “è una grandissima opportunità che tutti dobbiamo cogliere anche grazie a docenti bravi che devono riuscire a scaturire interesse nei ragazzi”.

Passando poi alle prospettive di sviluppo si sofferma sull’importanza della sicurezza spiegando che “in questi primi mesi ho cercati di fare una conta per lavorare sulle criticità delle strutture di proprietà del Comune”. L’amministrazione poi non ha influenza diretta sull’aspetto formativo ma Fabbri tiene a precisare che ha la possibilità di finanziare progetti utili alla formazione degli studenti. Tra questi il sindaco si dice molto contento di poter finanziare insieme alla regione i Viaggi della Memoria, ma anche un progetto con l’illustratore Alberto Longhini insieme al quale verrà proposta alle elementari una storia illustrata del Ducato Estense.

Grazie alle domande degli studenti il sindaco può variare su tutti i piani dell’educazione, dalla materna all’università e proprio su questa conclude l’intervista raccontando la proposta fatta al rettore Zauli per “tentare di provare a portare un’università di agraria a Ferrara dato che la nostra economia provinciale è prettamente agricola”.

Chiusura dedicata invece a piazza Verdi che “non vogliamo chiudere ma solo regolamentare”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi