Lun 2 Dic 2019 - 1324 visite
Stampa

Il Kleb non si sblocca a Imola e viene battuto 81 a 72

Ancora referto giallo per i biancazzurri in trasferta che pagano il brutto 6/23 da tre punti

di Matteo Bellinazzi

Il viaggio a Imola ha ancora una volta il sapore amaro per una FeliPharma molto poco precisa e penalizzata dalla pesante assenza di Folarin Campbell. Non deve essere una scusante, come ha detto coach Leka nella conferenza stampa prepartita, anche i padroni di casa erano senza il lungo Tommaso Ingrosso, ma sono stati bravi a sopperire la sua assenza grazie alle buone prove dei propri giovani.

Dopo un inizio orrido per entrambe le formazioni la gara è caratterizzata dall’equilibrio e solo negli ultimi due minuti del primo tempo Imola passa in vantaggio. Alla ripresa gli imolesi sono bravi a proseguire da dove avevano lasciato. Complice un Baldasso mortifero da oltre l’arco, i ragazzi di coach DiPaolantonio cominciano a prevalere su una FeliPharmache paga le brutte percentuali da tre punti (6/23)e un SekouWiggs poco preciso per tutti i quaranta minuti. Non basta un super quarto periodo da trenta punti per agguantare l’Andrea Costa che regge l’urto e si aggiudica la vittoria.

La cronaca: si corre e si sbaglia tanto da entrambe le parti in un inizio gara non indimenticabile. Tanti tiri da tre punti ma poco precisione. Il primo a sbloccare la situazione è Bowers, mentre il Kleb,anche provando a prendersi più soluzioni da sotto canestro,non riesce a smuovere la propria parte di tabellone.

Imola nel frattempo si sblocca anche al tiro oltre i 6,75 con Robert Fultz mentre Ferrara non riesce a fermare il momento negativo. Finalmente a quasi 4 minuti dalla palla a due a togliere le ragnatele dal canestro è capitan Fantoni. I motori cominciano a scaldarsi, Ferrara con due incursioni dentro l’area agguanta il pareggio a quota 7 ma il punteggio rimane basso in questo primo quarto, mentre i ritmi continuano a essere molto alti.

A prenderne vantaggio è Imola che doppia il Kleb sul 14 a 7. Leka cerca risorse dalla sua panchina dalla quale esce il sesto uomo di lusso Baldassarre che prosegue nel suo buon trend da oltre l’arco, insaccando una tripla che frena l’inerzia dei padroni di casa.

Comincia a scaldarsi anche Sekou Wiggs. Con le sue scorribande nel pitturato agguanta il pareggio, e poco dopo arriva anche il primo vantaggio dei biancazzurri, firmato dalla tripla di Panni che basta per chiudere un primo quarto decisamente non spettacolare (9 palle perse totali) sul 16-17 in favore degli ospiti.

Comincia meglio la seconda frazione. Ferrara punta sul suo centrone Beretta cercandolo con continuità, ma non è l’unico problema per la difesa imolese che non riesce a risolvere il rebus Wiggs, il quale si guadagna molti viaggi in lunetta. L’americano però è impreciso e non capitalizzale chance che gli vengono date. Tanto basta però per tenere la FeliPharma con la testa avanti per più di metà del secondo quarto (22-26 al 15’).

Fultz con due triple mette il fiato sul collo agli estensi e poi è Bowers a ridare il vantaggio ai suoi. A poco meno di due minuti dall’intervallo lungo Ferrara riporta la gara in equilibrio a quota 31 e gli allenatori decidono di parlarci su per provare l’assalto checonsentirebbe di andare negli spogliatoi con un minimo di margine.

A giovare della pausa è Imola che ne approfitta e prima della sirena si aggiudica un vantaggio di 4 lunghezze (36-32 al 20’).

Botta e risposta nella ripresa con la FeliPharma che capitalizza dando la palla dentro a Fantoni. Per le Naturelle è Baldasso il più continuo in questo inizio di secondo tempo che segna 8 punti in un amen e mantiene avanti i biancorossi.

Dentro l’area comincia a farsi sentire anche Morse, pericolo numero individuato in preparazione della partita e contenuto molto bene dalla difesa estense nel corso dei primi venti minuti. Poco dopo però è proprio Morse a commettere il suo quarto fallo, cadendo nella rete preparata da coach Leka e costretto a prendere la via della panchina.

Con il secondo americano messo momentaneamente fuori gioco si prende più responsabilità Bowers che conduce Imola al massimo vantaggio sul 50 al 42, coadiuvato dai suoi giovani compagni Calvi e Valentini.

Piove sul bagnato per i ferraresi che si vedono sanzionati anche di un fallo tecnico. Imola lo sfrutta per il +10, poi con un tiro da tre punti il solito Bowers tenta di azzannare la giugulare di Ferrara mandando in archivio la terza frazione sul 55 a 42.

Imola è in piena fiducia e inizia prendere il largo. La tripla di Taflaj vale per allontanare di 15 lunghezze la compagine estense, che ha qualche gioia solamente da Wiggs, che continua ad attaccare il ferro con continuità.

A circa cinque minuti dal termine uno scambio di triple tra Vencato, Baldasso e Baldassarre riporta la FeliPharma a -8 (69-61 al 36’). Si iscrivono al festival delle triple anche Bowers e Wiggs lasciando invariato l’equilibrio. Il Kleb come sempre dimostra di non voler mai mollare e segnando trenta punti in otto minuti e mezzo torna a impensierire Imola vedendola avanti di soli quattro punti a poco più di un minuto e mezzo dalla sirena finale.

Baldasso ancora una volta si traveste da boia infilando una tripla dall’angolo che spengono quasi del tutto le speranze ferraresi. È Morse ampliando il divario a 8 punti che sancisce definitivamente la vittoria per i suoi. Gli ultimi canestri servono solo per correggere il punteggio sul 81 a 72 confermando per il terzo anno filato l’inviolabilità del PalaRuggi per il Kleb.

Le Naturelle Imola Basket – FeliPharma Ferrara 81-72 (16-17, 20-15, 19-10, 26-30)

Le Naturelle Imola Basket: Lorenzo Baldasso 20 (2/3, 5/9), Stefano Masciadri 15 (4/6, 1/3), Timothy jermaineBowers 13 (2/7, 3/5), CelisTaflaj 10 (3/4, 1/4), Robert Fultz 9 (1/3, 2/5), Anthony Morse 7 (3/8, 0/0), Luca Valentini 4 (2/6, 0/0), Giorgio Calvi 3 (1/3, 0/0), Nikola Ivanaj 0 (0/1, 0/0), Alessandro Alberti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 15 – Rimbalzi: 34 9 + 25 (Stefano Masciadri 12) – Assist: 13 (Timothy jermaineBowers 6)

FeliPharma Ferrara:SekouWiggs 17 (4/13, 1/6), Luca Vencato 16 (4/5, 2/6), Patrick Baldassarre 14 (4/7, 2/5), Tommaso Fantoni 10 (4/6, 0/0), Alessandro Panni 9 (1/2, 1/4), Michele Ebeling 4 (2/4, 0/2), Eugenio Beretta 2 (1/3, 0/0), Alessandro Buffo 0 (0/1, 0/0), Giovanni Ianelli 0 (0/0, 0/0), Folarin Campbell 0 (0/0, 0/0), Alessio Petrolati 0 (0/0, 0/0), Carlo Balducci 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 21 – Rimbalzi: 33 9 + 24 (Tommaso Fantoni 8) – Assist: 10 (SekouWiggs, Luca Vencato, Tommaso Fantoni, Alessandro Panni, Michele Ebeling 2)

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi