Gio 28 Nov 2019 - 640 visite
Stampa

Piena del Po, divieto di sosta sull’argine e continui monitoraggi della Protezione civile

Mercoledì 27 novembre il livello del Po è aumentato di pochi centimetri raggiungendo i 2,70 metri sopra lo zero

Occhiobello. Attivato il Coc (centro operativo comunale) a seguito del vertice in Prefettura del 27 novembre. L’attivazione del Coc, che ha sede in municipio, serve ad assicurare la direzione e il coordinamento delle attività per la sicurezza dei cittadini nell’ambito dell’emergenza per rischio idraulico sulla rete principale della zona Vene D fino alle 14 del 30 novembre.

È stata emanata, inoltre, un’ordinanza (146/2019) contingibile e urgente articolata in cinque provvedimenti, la cui attuazione avverrà per gradi e in base alle necessità, ma che non prevede al momento la chiusura delle strade arginali.

Dei cinque punti dell’ordinanza i primi tre sono già in vigore, precisamente: 1) la chiusura immediata degli accessi alle aree golenali; 2) divieto di sosta di veicoli e pedoni sulle strade di sommità arginale; 3) la chiusura immediata delle attività produttive e commerciali con sede in aree golenali.

Gli altri due provvedimenti contenuti nell’ordinanza, ma non ancora attivati perché al momento non necessari, sono: la chiusura delle strade di sommità arginale, dalla statale 16 al confine con Stienta e dalla statale 16 al confine con Canaro, il divieto di transito e di sosta su tali strade e l’evacuazione dei residenti nelle aree golenali.

Come riferisce la Protezione civile di Occhiobello, mercoledì 27 novembre il livello del Po è aumentato di pochi centimetri raggiungendo i 2,70 metri sopra lo zero idrometrico a Pontelagoscuro mantenendosi sopra la soglia 3, in allerta rossa.

I volontari della Protezione civile proseguono nei turni di monitoraggio lungo l’asta del Po da Occhiobello verificando anche i siti sensibili soggetti a infiltrazioni e fontanazzi.

La popolazione è invitata a lasciare libera la sommità arginale per non creare ingombro e rallentamenti del traffico.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi