Ven 15 Nov 2019 - 1799 visite
Stampa

Il basket ferrarese piange Anthony Grundy

L'ex guardia del Basket Club Ferrara è deceduto all'età di quarant'anni

di Andrea Mainardi

Mondo della pallacanestro in lutto quest’oggi, per la scomparsa della talentuosa guardia americana Anthony Grundy vista, tra le altre, anche a Ferrara nel nefasto campionato di A1 2009/2010 culminato con la retrocessione dell’allora Basket Club del patron Roberto Mascellani.

Grundy fu croce e delizia quell’anno, venendo escluso dalla squadra nel finale di stagione a causa di diversi comportamenti poco professionali nonostante i 18 punti di media tenuti a partita.

L’ormai quarantenne nativo di Lousiville una volta lasciata la pallacanestro è incappato in diversi problemi legali, come l’accusa di omissione di soccorso in seguito a un incidente mortale provocato lo scorso giugno.

I contorni del decesso sono ancora da definire, ma dalle prime indiscrezioni pare che Grundy sia deceduto in seguito al degenerare di un violento litigio con un familiare durante i festeggiamenti per il compleanno della madre.

Ad esprimere le proprie condoglianze è stato anche il Kleb Basket Ferrara con un comunicato: “Il Kleb Basket Ferrara è in lutto: è mancato Anthony Grundy. Giocò nell’allora Basket Club del patron Roberto Mascellani nell’annata 2009/2010, Anthony Grundy, americano che in Italia aveva indossato pure la canotta di Teramo. Il mondo biancazzurro questa mattina si è svegliato con la notizia triste della sua scomparsa a soli 40 anni: certamente una brutta notizia, per un giocatore che all’ombra del Castello Estense rappresentò croce e delizia”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi