Dom 17 Nov 2019 - 536 visite
Stampa

Storie vere e drammatiche a La società a Teatro

Doppio appuntamento con il piccolo Abu, chiuso dai trafficanti dentro a una valigia, e Alessandro Gallo che riscatta un’educazione criminale

Alessandro Gallo

La prossima pagina del programma La Società a Teatro è un doppio appuntamento: il 19 e il 20 novembre andranno in scena due storie vere.

Martedì 19 alle 21 in sala Boldini sarà il turno di Abu sotto il mare, di e con Pietro Piva (Accademia Perduta Romagna Teatri) che ha ricevuto menzione speciale al Premio Scenario Ustica 2017.

Lo spettacolo è ispirato ad una vicenda reale avvenuta nel 2015, quella del bambino ivoriano che ha passato ore dentro ad una valigia. La fotografia ai raggi X di Adou Ouattara, otto anni, chiuso dentro ad una valigia passata alla dogana di Ceuta nel viaggio per andare dal padre in Spagna, ha fatto il giro del mondo.

Questa rappresentazione teatrale sarà la versione del viaggio affrontato nella prospettiva di quel bambino, come immagina siano andate le cose o come sarebbero potute andare. Partendo da questo fatto di cronaca lo spettacolo diventa una storia d’avventura, una favola contemporanea con molte prove da superare. In particolare il protagonista dovrà affrontare il mostro peggiore: la paura. E imparare a riconoscere le persone di cui si può fidare, armandosi di coraggio per urlare con forza agli adulti la propria dignità di bambino e di essere umano.

Mercoledì 20 alle 21 in sala Estense, Alessandro Gallo presenterà il suo ultimo lavoro teatrale, L’inganno – finalista al Premio Scenario di Bologna 2019 – con il quale continua la sua strada verso la narrazione dell’educazione criminale. Partendo dal suo vissuto personale, fatto di continui inganni e menzogne, Gallo disegna con ironia, rabbia e dolore i volti della sua Napoli, e il peso claustrofobico di un familismo che trasforma la bellezza dei vincoli solidali tra famiglie in comportamenti omertosi, silenzi e sguardi dalle sfumature mafiose.

Alessandro Gallo, nato a Napoli nel 1986, è scrittore, attore e regista teatrale. Da anni lavora nel campo dell’educazione alla legalità con progetti di teatro civile. Nel 2016 ha ricevuto il Carlino d’Oro dal Quotidiano Nazionale Il Resto del Carlino per le attività di educazione al contrasto alle mafie e, fra gli altri, ha pubblicato il romanzo Era tuo padre (Rizzoli, 2019), raccontando la geografia criminale che lega nord e sud Italia. Ospite della serata: Libera – Coordinamento Ferrara.

È possibile acquistare i biglietti presso la biglietteria del teatro Comunale o direttamente sul luogo di spettacolo il giorno stesso a partire dalle 20.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi