Ven 15 Nov 2019 - 461 visite
Stampa

Il Kleb ultima i preparativi per Piacenza dove ritroverà Hall e Molinaro

Coach Leka: “Affronteremo una squadra in salute e in fiducia, servirà massima concentrazione”

Coach Spiro Leka

di Matteo Bellinazzi

Altro sabato sera da leoni per la Feli Pharma che il 16 novembre scenderà in campo al PalaBanca di Piacenza per la prima di due trasferte consecutive.

L’Assigeco è reduce dalla vittoria prestigiosa sul campo di Verona, e “soprattutto – ha evidenziato coach Leka nella conferenza stampa pre partita – da un record di tre vittorie nelle ultime quattro uscite”.

“Sarà una gara difficilissima – ha dichiarato l’allenatore estense –. Sono arrivati alla partita con Imola con le spalle al muro e una situazione turbolenta fuori dal campo. Dopo quella partita sono rinati”. Di fatto i piacentini hanno cominciato la stagione dopo quella vittoria, grazie soprattutto al cambio d’assetto della squadra con l’arrivo di una vecchia conoscenza del Kleb, l’americano Mike Hall, firmato con un contratto a gettone per sostituire l’infortunato Ogide.

“Con l’innesto di Hall – ha proseguito Leka – Piacenza ha trovato equilibri nuovi e vincenti. Sono passati a Verona e adesso cominciano a crederci. Sarà una battaglia perché incontriamo una squadra in fiducia in un momento per noi non facile sul piano fisico. Wiggs è reduce da un piccolo stiramento muscolare, che si è manifestato dopo la gara di domenica scorsa con San Severo. Oggi ha fatto lavoro differenziale dopo tre giorni di riposo. Non sembra nulla di grave ma è una situazione che va valutata giorno per giorno”. Chi sicuramente ci sarà, invece, è Patrick Baldassarre che, ancora impegnato con una spiacevole situazione famigliare, è rientrato a Ferrara prima del previsto e si è allenato regolarmente.

Oltre a Hall un altro ex Ferrara è Lorenzo Molinaro, che nella seconda metà della scorsa stagione ha fatto il salto di qualità sotto la guida di coach Leka, al quale ha lasciato un bel ricordo: “Molinaro ha delle qualità importanti e mi è dispiaciuto lasciarlo andare dopo averlo cresciuto l’anno scorso, ma a Piacenza ha una grande occasione per la sua carriera. Sarà una partita un po’ strana, la sua presenza e quella di Hall, la cui uscita di scena dal palco estense non è stata senza polemiche, incideranno ma noi dovremmo essere attenti su quello che dobbiamo eseguire in campo”.

Tralasciando il piano emotivo la truppa di coach Leka dovrà concentrarsi su quello tecnico dove si sta lavorando per contenere la pericolosa guardia Jazzmar Ferguson, che insieme Giovanni Gasparin forma una coppia di esterni temibile. “Da non sottovalutare – ha messo in guardia l’allenatore biancazzurro – anche la loro panchina che tiene sempre alto il livello di intensità, e dalla quale escono giocatori come Piccoli, Turini e Ihedioha. In generale ci troveremo di fronte una squadra in salute e che ha trovato il feeling con la vittoria, dovremmo essere molto concentrati perché in partite come queste i dettagli possono fare la differenza”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi