Mar 12 Nov 2019 - 254 visite
Stampa

Sono iniziati i lavori di ripresa di varie frane del territorio

Da via Argine Cagnetto a via Ponti Santi Burana, passando per via Borgatti, vari cantieri sono attivi per il recupero dei danni risalenti all'autunno dell'anno scorso

Nella foto: il cantiere per la ripresa della frana in via Ponti Santi Burana

Bondeno. L’autunno del 2018 passerà probabilmente alla storia come uno di quelli che ha arrecato i maggiori danni, in termini di frane, smottamenti ed effetti del maltempo. L’autunno in corso sta decretando invece l’inizio di una serie di cantieri – del Consorzio o svolti di concerto con il Comune – diffusi su tutto il territorio, allo scopo di rimettere ordine al caos del passato.

«In queste settimane – dice l’assessore ai lavori pubblici, Marco Vincenzi – si stanno concentrano le aperture di molti dei cantieri necessari al ripristino degli smottamenti provocati dal maltempo. Otto giorni fa – ricorda – si è aperto quello necessario alla ripresa della frana in via Borgatti, mentre sono in stato avanzato o prossimi alla conclusione i lavori in via Argine Cagnetto, tra Scortichino e Gavello. e in via Ponti

Gli uffici tecnici hanno completato anche l’iter per la ripresa di un’altra frana importante: quella del canale collettore di Burana e dell’adiacente via Comunale. Al termine di una procedura pubblica per l’assegnazione dei lavori, attraverso il Mepa (il Mercato della Pubblica Amministrazione), l’azienda Ilmet Srl con sede a Sermide (Mantova) in via Cavour 27, è risultata vincitrice dell’appalto. L’importo complessivo dei lavori è di 138.980 euro, oltre a circa 1.668 euro di oneri per la sicurezza. Il direttore dei lavori è il geometra comunale, Paolo Romoli.

Insomma, molti interventi in corso o in via di risoluzione, per porre rimedio ai numerosi danni provocati dal maltempo durante la fine del mese di ottobre e l’inizio del successivo mese di novembre 2018, che certamente passeranno alla storia di Bondeno come quelli in cui si sono concentrati i maggiori danni atmosferici dell’ultimo periodo.

Nel merito dell’ultimo cantiere aperto, in ordine cronologico: «L’obiettivo – conclude l’assessore Vincenzi – rimane quello di concludere il prima possibile gli interventi necessari al pieno recupero della sponda del canale di Burana (oggetto degli attuali interventi; ndr) e della strada che vi transita, in modo da rimettere in sicurezza l’area. Nella direzione di un percorso di graduale ritorno alla normalità, dopo i numerosi danni riportati a causa del maltempo dell’ultimo periodo».

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi