Mar 12 Nov 2019 - 289 visite
Stampa

Sono iniziati i lavori di ripresa di varie frane del territorio

Da via Argine Cagnetto a via Ponti Santi Burana, passando per via Borgatti, vari cantieri sono attivi per il recupero dei danni risalenti all'autunno dell'anno scorso

Nella foto: il cantiere per la ripresa della frana in via Ponti Santi Burana

Bondeno. L’autunno del 2018 passerà probabilmente alla storia come uno di quelli che ha arrecato i maggiori danni, in termini di frane, smottamenti ed effetti del maltempo. L’autunno in corso sta decretando invece l’inizio di una serie di cantieri – del Consorzio o svolti di concerto con il Comune – diffusi su tutto il territorio, allo scopo di rimettere ordine al caos del passato.

«In queste settimane – dice l’assessore ai lavori pubblici, Marco Vincenzi – si stanno concentrano le aperture di molti dei cantieri necessari al ripristino degli smottamenti provocati dal maltempo. Otto giorni fa – ricorda – si è aperto quello necessario alla ripresa della frana in via Borgatti, mentre sono in stato avanzato o prossimi alla conclusione i lavori in via Argine Cagnetto, tra Scortichino e Gavello. e in via Ponti

Gli uffici tecnici hanno completato anche l’iter per la ripresa di un’altra frana importante: quella del canale collettore di Burana e dell’adiacente via Comunale. Al termine di una procedura pubblica per l’assegnazione dei lavori, attraverso il Mepa (il Mercato della Pubblica Amministrazione), l’azienda Ilmet Srl con sede a Sermide (Mantova) in via Cavour 27, è risultata vincitrice dell’appalto. L’importo complessivo dei lavori è di 138.980 euro, oltre a circa 1.668 euro di oneri per la sicurezza. Il direttore dei lavori è il geometra comunale, Paolo Romoli.

Insomma, molti interventi in corso o in via di risoluzione, per porre rimedio ai numerosi danni provocati dal maltempo durante la fine del mese di ottobre e l’inizio del successivo mese di novembre 2018, che certamente passeranno alla storia di Bondeno come quelli in cui si sono concentrati i maggiori danni atmosferici dell’ultimo periodo.

Nel merito dell’ultimo cantiere aperto, in ordine cronologico: «L’obiettivo – conclude l’assessore Vincenzi – rimane quello di concludere il prima possibile gli interventi necessari al pieno recupero della sponda del canale di Burana (oggetto degli attuali interventi; ndr) e della strada che vi transita, in modo da rimettere in sicurezza l’area. Nella direzione di un percorso di graduale ritorno alla normalità, dopo i numerosi danni riportati a causa del maltempo dell’ultimo periodo».

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi