Sab 9 Nov 2019 - 1317 visite
Stampa

Ricco programma di iniziative per gli eccidi del Castello e del Doro

Commemorazioni in programma venerdì 15 e lunedì 18 novembre

Con le cerimonie commemorative in programma venerdì 15 e lunedì 18 novembre – per celebrare rispettivamente il settantaseiesimo anniversario dell’Eccidio Estense del 15 novembre 1943 e il settantacinquesimo anniversario dell’Eccidio del Doro del 17 novembre 1944 – entrerà nel vivo il programma di iniziative di commemorazione e cultura storica messo a punto dal ‘Comitato per le Onoranze’ di Ferrara.

Il Comitato è composto da Comune, Prefettura e Provincia di Ferrara e condiviso con Anpi provinciale Ferrara, Associazione Partigiani Cristiani di Ferrara, Associazioni combattentistiche e patriottiche, Associazioni culturali e no-profit, Comunità Ebraica, Forze dell’Ordine e Militari, Istituto di Storia Contemporanea, Istituzioni scolastiche, Movimenti femminili, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Ufficio Scolastico Provinciale.

Anche quest’anno le celebrazioni per il settantaseiesimo anniversario dell’Eccidio Estense 1943-2019 e per il settantacinquesimo Anniversario dell’Eccidio del Doro 1944-2019 sono particolarmente ricche di iniziative per invitare non solo a ricordare ma per vaccinarsi contro l’indifferenza, come afferma la senatrice Liliana Segre “coltivare la memoria è ancora oggi un vaccino contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare”.

Le cerimonie di commemorazione, come detto, avranno luogo per l’eccidio Estense il 15 novembre e per l’eccidio del Doro il 18 novembre. In particolare il venerdì 15 novembre alle 10 nella sala consiliare a cura dell’Istituto di Storia Contemporanea verrà proiettato alla presenza del Rabbino Capo Luciano Meir Car, per la prima volta a Ferrara il docufilm  “Giusti – Storie di salvati e di salvatori nell’Europa delle leggi razziali, della persecuzione e dello sterminio”, per alcune classi delle scuole superiori che partecipano ai progetti di “Viaggio della Memoria”. Il docufilm (2019)  realizzato da Matthias Durchfeld e Andrea Mainardi, è dedicato a donne e uomini che in Emilia Romagna rischiarono la propria vita per salvare ebrei perseguitati dalle leggi razziste e dallo sterminio durante la Shoah. Viene riportata fra le altre la storia di Cesare Finzi, ebreo ferrarese. Alle 11.30  si svolgerà la cerimonia ufficiale di commemorazione con l’intervento del Sindaco, Alan Fabbri, alla presenza delle Autorità Civili, Militari, Religiose e degli studenti presso il muretto di Castello Estense, in corso Martiri, dove viene allestita la mostra “Per non dimenticare” che attraverso un susseguirsi di coinvolgenti sagome ricorda gli undici innocenti cittadini ferraresi  uccisi dai fascisti nella notte fra il 14 e 15 novembre 1943 per vendicare l’assassinio del federale di Ferrara.

Lunedì 18 novembre alle 10 davanti al Cippo di caffè del Doro di via Padova si svolgerà la Cerimonia di commemorazione dei sette antifascisti ferraresi uccisi dai nazi-fascisti il 17 novembre 1944 nei pressi del Caffè del Doro. Interverrà il sindaco, Alan Fabbri, alla presenza delle Autorità Civili, Militari e Religiose. Come tutti gli anni fondamentale è il coinvolgimento della scuola Primaria Doro Gli alunni delle classi IV A e V A che leggeranno poesie ed eseguiranno il canto “Esseri Umani” di Marco Mengoni con ritornello segnato in Lis. Molte le iniziative di cultura storica (percorsi didattici, mostre, conferenze, presentazioni) a cura dell’Istituto di Storia Contemporanea, del Museo del Risorgimento e della Resistenza e delle associazioni, che approfondiscono per tutto il mese di novembre i temi  che scaturiscono dalla storia degli eventi. In particolare si sottolinea il coinvolgimento delle scuole con i percorsi suoi Luoghi della memoria 1943/1945 attraverso l’App: ResistenzaMAPPE/Ferrara, organizzati dall’Istituto di Storia Contemporanea e in programma da venerdì 15 a sabato 30 novembre su prenotazione (contatti: istitutostoria.ferrara@gmail.com, tel. 0532 207343).

Si è aperta venerdì 1 novembre al Museo del Risorgimento e della Resistenza  la mostra “Viva l’Italia Libera” a cura di Antonella Guarnieri, realizzata in collaborazione con Anpi provinciale.  La mostra documentaria, già presentata nel 2012, prende spunto da una ricerca che oggi si è vieppiù approfondita e che ha come obiettivo la ricostruzione della situazione del movimento antifascista estense nei mesi precedenti la caduta di Mussolini il 25 luglio del 1943. Quest’anno viene coinvolta anche la Scuola d’Arte Cinematografica “Florestano Vancini”, recentemente inaugurata all’interno di Factory Grisù. Venerdì 8 novembre verrà presentata agli studenti la pubblicazione della sceneggiatura originale del film “La lunga notte del ’43” di Florestano Vancini (realizzata dall’Istituto di Storia Contemporanea), su cui lavoreranno. Ricordiamo inoltre le conferenze di approfondimento di Antonella Guarnieri: il giovedì 14 novembre, alle 16 al Museo del Risorgimento e della Resistenza  sul tema “15 Novembre 1943: il primo eccidio di civili della Rsi tra storia, letteratura e cinema” e venerdì 15 novembre, alle 21 al Centro Sociale Ricreativo Culturale Doro sul tema: “L’eccidio del 17 novembre 1944: La Rsi a Ferrara e la violenza come paradigma di governo”.
Da sottolineare infine la presentazione, mercoledì 27 novembre, alle 17 nella sala dell’Arengo in Municipio, del  Dossier di E-Review  (Rivista degli Istituti Storici dell’Emilia Romagna in Rete) –  “I molti territori della Repubblica fascista Amministrazione e società nella Rsi” Atti del convegno che venne realizzato a Ferrara nel 2017 dall’Istituto di Storia Contemporanea e dalla rivista E-Review, a cura a cura di Roberta Mira, Roberto Parisini, Toni Rovatti. Si tratta di atti  di un convegno che ha suscitato  interesse per la complessa rivisitazione del biennio 1943-45 con particolare attenzione alla repubblica di Salò, su chi vi aderì, sulla sua effettiva consistenza – cioè la sua concreta capacità di governo e di misurarsi con la preponderanza della cosiddetta “zona grigia” – e quindi sul suo significato di ponte tra il regime fascista e l’Italia del secondo dopoguerra.  Interverranno il docente Università di Ferrara Andrea Baravelli, il direttore generale dell’Istituto Nazionale “Ferruccio Parri” e coordinatore della redazione della rivista “E-Review” Mirco Carrattieri , e curatori del dossier.

Programma
Venerdì 15 novembre 2019
Settantaseiesimo Anniversario dell’Eccidio Estense 1943/2019
– Ore 10
, Sala Consiliare del Comune (piazza Municipio 2, Ferrara)
Incontro con gli studenti a cura dell’Istituto di Storia Contemporanea con proiezione del docufilm “Giusti” di Matthias Durchfeld e Andrea Mainardi. Intervento del Rabbino capo di Ferrara Rav Luciano Meir Caro.
– Ore 11.30, Muretto di Castello Estense (corso Martiri della Libertà, Ferrara)
Esposizione mostra “Per non dimenticare” a cura dell’Istituto di Storia Contemporanea
Cerimonia di commemorazione. Intervento del sindaco di Ferrara Alan Fabbri alla presenza delle autorità civili, militari, religiose e degli studenti.
– Ore 15, Sinagoga (via Mazzini, Ferrara)
Deposizione Corona alle lapidi esterne con onori militari alla presenza delle autorità civili, militari e religiose e degli studenti.

Lunedì 18 novembre 2019
Settantacinquesimo Anniversario dell’Eccidio del Doro 1944/2019
– Ore 10, Cippo di caffè del Doro (via Padova, Ferrara)
Cerimonia di commemorazione alla presenza delle autorità civili, militari e religiose. Intervento del sindaco di Ferrara Alan Fabbri.
Gli alunni delle classi IV A e V A della Scuola primaria Doro leggeranno poesie ed eseguiranno il canto “Esseri Umani” di Marco Mengoni con ritornello segnato in Lis-Lingua italiana dei segni.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi