Ven 8 Nov 2019 - 1067 visite
Stampa

Strage Nassirya, i due carabinieri superstiti a Vigarano

Il maresciallo Bozzo e il vice brigadiere Pinna incontreranno gli studenti. L'assessore De Michele: "Memoria storica utile a gettare le basi per un futuro di pace"

di Davide Soattin

Vigarano Mainarda. 12 novembre 2003 – 12 novembre 2019. A distanza di sedici anni dallo spaventoso attentato terroristico di Nassirya, che tolse la vita a dodici carabinieri, cinque militari e due civili, in collaborazione con I Postini della Pace, nella mattinata di martedì, presso la sala consiliare del municipio cittadino, l’amministrazione comunale vigaranese ospiterà le testimonianze del maresciallo Rocco Bozzo e del vice brigadiere Marco Pinna, carabinieri sopravvissuti alla strage in Iraq.

Alla mattinata di celebrazioni, che avrà inizio alle 9, oltre alle autorità civili e militari come il prefetto Michele Campanaro e il generale del Coa di Poggio Renatico Claudio Gabellini, interverrà anche una rappresentanza di studenti delle scuole medie di Vigarano Mainarda, che saranno il target principale del messaggio portato proprio dagli stessi Postini della Pace.

A rappresentare quest’ultimi, che si rifanno all’attività di salvataggio svolta da Gino Bartali durante la persecuzione agli ebrei, Marialuisa Ferioli e Roberta Paganini: “La presenza dei ragazzi delle scuole è fondamentale perché è da qui che devono imparare la legalità in un paese che sotto questo aspetto fa fatica. Siamo molto attenti a trasmettere ai giovani valori come il rispetto, l’onore e il ricordo, perché i nostri nonni hanno dato la vita per ottenere la libertà. Se il messaggio ricco di positività e serenità non passa alle nuove generazioni si perde tanto, ma i ragazzi hanno dimostrato di avere voglia di apprendere e imparare”.

“La partecipazione degli studenti – ha concluso Agnese De Michele, assessore all’Istruzione – è davvero importante. La memoria storica è un qualcosa di fondamentale per me, in cui credo fortemente. Questo perché vuol dire costruire e gettare le basi per un futuro migliore e di pace”.

Alle 10.30 poi, una volta terminato l’incontro aperto al pubblico, dal municipio si formerà un corteo che raggiungerà il vicino parco dedicato proprio ai caduti di Nassirya in via Roma, dove avverrà la benedizione e la deposizione della corona a ricordo delle vittime uccise nel corso dell’operazione Antica Babilonia.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi