Ven 8 Nov 2019 - 179 visite
Stampa

Porto Sicuro, anche a Comacchio Cisl incontra i lavoratori del comparto ittico

Welfare, innovazione e diritti tra i temi che il sindacato affronterà con i pescatori durante la giornata di attività a Porto Garibaldi, il 9 novembre

Comacchio. Nell’ambito della campagna ‘Porto Sicuro’, anche la Cisl di Ferrara incontrerà i lavoratori del comparto ittico di Porto Garibaldi, nello specifico durante la mattinata di sabato 9 novembre, presso il gazebo posizionato a Porto Garibaldi su via Ugo Bassi, angolo via Caduti del Mare.

L’obiettivo e l’impegno del sindacato, in tutti i porti della Penisola, sarà quello di presidiare i luoghi di lavoro dei pescatori, fornendo assistenza a loro e ai lavoratori del comparto ittico. Il progetto, che nasce nell’ambito del Programma nazionale triennale 2017-2019 della Pesca e dell’Acquacoltura finanziato dal Mipaaft,
comprende anche obiettivi de conoscenza delle condizioni di lavoro quotidiane.

Nel corso della campagna, in collaborazione con la Fondazione Fai Cisl Studi e Ricerche, saranno raccolte con tecniche qualitative e quantitative le istanze e le storie del personale imbarcato, per elaborare dati e riflessioni su lavoro usurante, ammortizzatori sociali, applicazione del Testo Unico sulla sicurezza, welfare, requisiti pensionistici, concorrenza sleale, progetti legislativi, ricambio generazionale e innovazione tecnologica. Questi gli aspetti principali che la Federazione intende approfondire per scattare una fotografia del settore e mettere al servizio del Paese la propria proposta politica.

“Porto Sicuro – ricorda Fai Cisl – è dunque un progetto sul lavoro e per il lavoro, un faro, un punto di riferimento, ma anche un’azione di prossimità e presidio del territorio, che rafforza il contributo delle parti sociali a sostegno dei pescatori e di un settore strategico per il Made in Italy agroalimentare”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi