Sab 2 Nov 2019 - 1211 visite
Stampa

Un colpo alla danese-italiana

(fonte Pexel)

Negli ultimi decenni diversi calciatori danesi si sono creati una carriera e una reputazione al di fuori della Danimarca. I fratelli Laudrup, Michael in particolare, hanno vinto diversi titoli con alcuni tra i club più prestigiosi d’Europa. Michael Laudrup ha avuto un ruolo da protagonista e vinto titoli con Ajax, Barcellona, Real Madrid e Juventus e rimane uno tra i giocatori più titolati della storia. Nonostante Brian Laudrup abbia subito diversi infortuni nel corso della sua carriera, è comunque riuscito a vincere lo scudetto di Serie A e la Champions League nello stesso anno, il 1994, con il Milan.

Questi sono solo due esempi delle leggende danesi che hanno dato prova del loro talento in campionati esteri nel passato. Mentre i fratelli Laudrup e altri giocatori come Jon Dahl Tomasson e Thomas Helveg hanno avuto un gran successo in Serie A, l’afflusso di giocatori danesi in Serie A sembra attualmente essere in una fase di stallo. La marea sta cambiando?

Nel recente scontro con la Svizzera, che è valso alla Danimarca la qualificazione agli Europei del 2020, ben cinque dei ventiquattro convocati giocano attualmente in Serie A e, curiosamente, tre di questi nella stessa squadra: il Genoa. I tre giocatori che attualmente stanno combattendo la retrocessione con il Genoa sono il difensore Peter Andersen e i centrocampisti Lasse Schöne e Lukas Lerager. A loro si uniscono il capitano della Danimarca Simon Kjaer (Atalanta) e Andreas Cornelius (Parma). Mentre avere talenti locali che giocano in campionati domestici è sicuramente un beneficio per il calcio di un paese, dare a questi giocatori la possibilità di vivere altri campionati e altre culture è altrettanto importante. Simon Kjaer, ad esempio, ha avuto l’occasione di giocare in Champions contro squadre come il Manchester City e alcuni tra i giocatori migliori al mondo. Giocare contro avversari di questo livello non può che andare a vantaggio di un giocatore, e questo tipo di esperienza è anche un’occasione per entrare in contatto con altri tipi di culture e stili legati al calcio. L’attuale traghettatore della nazionale danese Jon Dahl Tomasson sa benissimo quanto sia vantaggioso giocare all’estero. Tomasson ha giocato in cinque nazioni diverse e ha segnato greti in ognuna di queste, ma il suo successo maggiore lo ha sicuramente avuto nelle sue tre stagioni al Milan.

Attualmente sono nove i calciatori danesi a giocare in Serie A, e altri tre tra Serie B e Serie C. I risultati e i successi ottenuti dai fratelli Laudrup in Serie A saranno difficili da eguagliare, ma i giocatori danesi attualmente in Italia sperano di poter condividere almeno parte di questo successo. Puoi seguire il progresso di tutte le squadre citate e della nazionale danese su betting24.dk. Naturalmente, anche le squadre nazionali danese e italiana stanno progredendo bene nella qualificazione delle finali di Euro 2020.

Messaggio pubbliredazionale

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi