Mar 22 Ott 2019 - 671 visite
Stampa

Tumiati (Pd): “Rifiuti abbandonanti sulla sponda del Canale Naviglio”

La denuncia in un'interpellanza della consigliera comunale del Pd che, insieme alla collega Celati, chiede l'intervento del sindaco

Copparo. Rifiuti d’ogni genere – da lamiere a scarti di plastica – abbandonati sulla sponda del Canale Naviglio. È quanto denuncia la consigliera comunale del Pd Clara Tumiati che ha presentato a tal proposito un’interpellanza.

La consigliera parla di una “incresciosa situazione di degrado emersa dopo la rimozione della fitta vegetazione che ricopriva la corte di un’abitazione sulla sponda destra del canale Naviglio. Il recente sfalcio ha fatto emergere un’importante presenza di rifiuti abbandonati di vario genere e tipo, e ha probabilmente determinato la caduta di alcuni di essi (lamiere, plastiche e altri materiali non riconoscibili) all’interno del corso d’acqua che scorre in pieno centro cittadino, nella parte nord di Copparo”.

Tumiati sottolinea ancora che “pur essendo un’area privata, ricordo che il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo è assolutamente vietato e che rischia di configurarsi una situazione potenzialmente molto pericolosa per l’igiene pubblica, elemento che potrebbe prefigurare un intervento del sindaco come autorità sanitaria locale con un’ordinanza contingibile e urgente”.

Per questo, insieme alla consigliera Anna Celati (Pd) ha “chiesto all’amministrazione se sia a conoscenza della problematica, se si sia già attivata con provvedimenti volti anche a scongiurare l’inquinamento del canale, e soprattutto se qualcuno abbia verificato che tra le fatiscenti coperture degli edifici abbandonati non vi sia la presenza di cemento amianto”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi