Dom 20 Ott 2019 - 608 visite
Stampa

Bancarelle troppo vicine ai negozi, “così si penalizza il commercio”

Disagi per il mercato in piazza Verdi. Badolato annuncia un'interrogazione: "Gli ambulanti devono spostarsi"

Portomaggiore. Commercianti sul piede di guerra, esasperati dalla situazione di disagio presente sulla piazza Verdi in occasione del mercato settimanale e delle rimostranze se ne fa portatore il capogruppo del centrodestra Roberto Badolato.

“I commercianti della piazza lamentano da tempo l’assenza dell’amministrazione comunale, sorda alle loro legittime lamentele e richieste – interviene Badolato spiegando i motivi del disappunto dei commercianti –: nel giorno di mercato quando si verifica il maggior flusso di persone e quando la piazza si riempie di gente risulta praticamente impossibile accedere alle attività a causa del posizionamento degli ambulanti a ridosso dei marciapiedi che coprono letteralmente le vetrine e i minimi accessi alle attività”.

“Questa situazione sarebbe risolvibile – prosegue il consigliere -. Come da tempo chiedono inascoltati i penalizzati commercianti, basterebbe spostare le occupazioni degli ambulanti di almeno un metro e mezzo verso il lato opposto della piazza dove verrebbe comunque garantito il passaggio sia di persone che di eventuali automezzi di emergenza”.

“Con questa semplice e fattibile operazione si garantirebbe il lavoro degli ambulanti, il passaggio e l’accesso ai negozi, il dovuto rispetto delle distanze di sicurezza e il diritto al lavoro di chi paga le tasse e non può essere penalizzato oltremodo da questa situazione di impossibilità di essere raggiunti dalla propria clientela” nota il consigliere Badolato che presenterà una interrogazione consiliare al fine di “sollecitare l’amministrazione ad intervenire per sanare questa penalizzante e assurda situazione che grava sulle attività e sulle tasche di chi chiede unicamente di potere lavorare”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi