Sab 19 Ott 2019 - 202 visite
Stampa

Ampliamento pista ciclabile Scortichino, 234mila euro per il progetto

Inclusi nell'appalto i lavori per il parcheggio dello stadio utilizzato anche da molti lavoratori del paese

Scortichino. L’atteso intervento di ampliamento della pista ciclabile di Scortichino ha un planning prestabilito e risorse stanziate per il progetto definitivo, approvato quest’ultimo durante la riunione di giunta di giovedì.

«Innanzitutto – dicono il sindaco Fabio Bergamini e l’assessore ai lavori pubblici, Marco Vincenzi – è importante valutare dallo stesso importo che si tratta di un intervento corposo, che permetterà di dare risposta a numerose richieste che sono arrivate dalla collettività di Scortichino. I lavori per la pista ciclopedonale si inseriscono in un quadro di interventi che hanno riguardato, negli ultimi due anni, i percorsi “protetti” di Gavello, Ospitale, viale Matteotti, Pilastri e presto anche via Rolando Malaguti, che sono tutti orientati verso un efficientamento delle nostre reti ciclabili e per la messa in sicurezza degli utenti deboli della strada».

Per questo importante cantiere, che vedrà la luce all’inizio della primavera, il Comune metterà sul piatto della bilancia 234mila euro, con un mutuo da attivare a tasso “zero” per 200mila euro e un contributo regionale pari a 34mila euro riferito al Piano nazionale per la Sicurezza Stradale. I 200mila euro da mutuo, per la precisione, sono derivanti dalle condizioni previste nel bando “Comuni in pista 2019”, attivato dal Credito Sportivo Ics, il quale dispone l’assegnazione di contributi in conto interessi a valore sui mutui concessi, per il finanziamento delle piste ciclabili. Come nel caso specifico. E’ stato richiesto nel merito un parere allo stesso Coni.

«Il progetto, nella sua interezza, permetterà – assicura l’Amministrazione – di potere contare su di condizioni vantaggiose per l’Ente di inserire nell’appalto anche i lavori di sistemazione del parcheggio dello stadio di Scortichino, notoriamente utilizzato da persone che lavorano in paese, oltreché per le attività ricreative e sportive della Nuova Aurora».

Nel complesso l’intervento avrà un valore di 181mila e 932 euro, che arrivano al valore definitivo dell’appalto includendo oneri per la sicurezza e Iva. Previste nel fondo anche spese per frazionamenti catastali, spostamenti di quadri Telecom e fibra, costi di acquisizioni aree e spese notarili. «Si tratterà, a questo punto, soltanto di vedere assegnati i lavori, prima di poter partire con l’arrivo della bella stagione».

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi