Ven 18 Ott 2019 - 240 visite
Stampa

Rette del nido, risparmi fino a 890 euro

Abbattimento delle tariffe per L'Olmo grazie al sostegno regionale. L'assessore Alesci: "Numerose famiglie potranno beneficiare della riduzione"

(foto di archivio)

Portomaggiore. Le rette del nido comunale L’Olmo di Portomaggiore, invariate dal 2013, quest’anno saranno più basse grazie al grande aiuto economico che arriva dalla Regione Emilia-Romagna. Il Comune di Portomaggiore, per abbattere le rette del nido comunale, ha infatti aderito alla nuova misura sperimentale di sostegno economico alle famiglie denominata “Al nido con la Regione” per l’anno educativo 2019/2020.

La misura è finalizzata esclusivamente all’abbattimento delle tariffe dei servizi educativi per la prima infanzia pubblica o privati, esclusivamente se convenzionati. Il budget finanziario concesso dalla Regione al Comune di Portomaggiore ammonta a 15.868 euro.

“La riduzione delle rette, che sarà approvata con un atto di giunta nei prossimi giorni, interesserà i nuclei familiari con un Isee massimo di 26mila euro, che potranno contare su un abbattimento delle rette del 36% per l’intero anno scolastico. Alcuni nuclei potranno risparmiare fino a 890 euro l’anno” spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione Giuseppe Alesci, precisando che “per ricevere il beneficio non è necessario presentare alcuna richiesta da parte dei genitori già frequentanti il nido L’Olmo e che la percentuale di sconto sarà comunicata prima dell’emissione della prima retta”.

“Numerose famiglie potranno beneficiare della riduzione calcolata a seconda della fascia reddituale – aggiunge l’assessore Alesci – e abbiamo deciso di utilizzare il fondo messo a disposizione dalla Regione per andare incontro a tutti. Abbiamo già le rette degli asili nido tra le più basse di tutta la provincia di Ferrara, così andremo ad abbatterle ulteriormente. Le fasce più deboli della popolazione usufruiscono già di grandi agevolazioni che gli permette di ottenere un servizio estremamente economico. Questo ulteriore apprezzato aiuto che viene dalla Regione ci consentirà di andare incontro a un numero ancora più ampio di famiglie, le quali in questi ultimi anni ha trovato enormi difficoltà economiche e che con tale sostegno potranno affrontare con maggiore sicurezza il nuovo anno educativo”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi