Ven 18 Ott 2019 - 90 visite
Stampa

“Tango del Burligiù”, Angioletta Masiero racconta l’immigrazione a palazzo Roverella

L'idea è nata tra la scrittrice ed il discendente del protagonista della vicenda, cui fanno da sfondo immagini d'epoca sulla terra sudamericana

Venerdì 18 ottobre alle 17 avrà luogo nel Salone d’Onore di palazzo Roverella, in corso Giovecca, la lettura scenica tratta dal romanzo della scrittrice Angioletta Masiero “Tango del Burligiù” (Mediagraf Edizioni); una miriade di microstorie che evocano viaggi di speranze degli emigranti di fine ‘800 che approda in Argentina, accolti dall’immensità del Rio della Plata.

Un messaggio sociale, quello della migrazione, che coinvolge, con i suoi drammi sociali, anche i tempi moderni. L’idea è nata tra la scrittrice ed il discendente del protagonista della vicenda, cui fanno da sfondo immagini d’epoca sulla terra sudamericana. Di grande impatto scenico sono le danze del tango argentino, affidate ai Maestri di danza, Cristina Garbini e Claudio Andreoni, Linda Galleran e Michele Andreoni, al ritmo della musica di Biancamaria Spalmotto e Walter Sigolo.

La cittadinanza è invitata a partecipare alla manifestazione culturale, sponsorizzata dalla fondazione Telethon, con la collaborazione del Circolo dei Negozianti e dell’Associazione De Humanitate Sanctae Annae.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi