Lun 14 Ott 2019 - 51 visite
Stampa

Calcio a 5 Opes, cosa è successo nei quarti di finale

Nel Torneo “settembre Opes” è tempo di gare a eliminazione diretta

Nel Torneo “settembre Opes” è tempo di quarti di finale ad eliminazione diretta.

Nel Tabellone A la partita di cartello era decisamente quella tra Ristorantino Sidun e Magik Pizza, praticamente una finale anticipata. Primo tempo equilibrato con il Magik Pizza che va avanti 1-0 con Qerreti e 2-1 con Simion a seguito di due incertezze del portiere del Sidun; momentaneo pareggio di Ivanciuc per il Sidun. Ad inizio ripresa pareggio di Ramadan e Magik Pizza ancora avanti, 3-2, con Simion. Da qui si invertono i ruoli: stavolta è il portiere del Magik Pizza a farsi trovare impreparato in 2 occasioni e il Sidun si porta sul 6-3 a 13′ dal termine, per poi dilagare fino al 10-3 finale con un parziale di 9-1 nel secondo tempo che lascia poco spazio ai rimpianti. Il referto recita poker di Ivanciuc e tripletta di Ramadan. Suda le classiche 7 camicie il Francolino che è costretto ad una continua rincorsa opposta ai Brigadieri, i quali conducono: 1-0, 3-1, 4-2 e 5-4, ma è Serafini, tripletta in tutto per lui, ad agguantare il pari a 1′ dal termine. Ai calci di rigore infallibile il Francolino, fatale l’errore di Edipi per i Brigadieri, 5-5 al termine dei tempi regolamentari, 10-9 il finale. Per i Brigadieri tripletta del solito Letizia, di Talassi e Vuocolo le altre due marcature; per il Francolino si registra anche la doppietta di Bianchi. Una buona Maison rimane in gara fino al 3-4 del 9′ del secondo tempo, prima di cedere 3-10 opposto al Farina del mio sacco che con l’uscita del Makig Pizza resta la grandissima favorita per la vittoria finale. Cinquina di Inglesetti e poker di Sisti. L’Eni Gpl è la 4° semifinalista. Primo tempo perfetto dei ragazzi di mister Coda che vanno al riposo sul 3-0 grazie alle reti di Chiorboli, bomba dalla distanza, Baroni, percussione centrale e Masetti, fantastico pallonetto dai 25 metri a scavalcare il portiere. Nella ripresa De Marchi segna per lo Styla, ma Zamboni ristabilisce il +3 con un bolide da posizione defilata. La partita sembra chiusa, ma lo Styla non muore mai: prima Savonitto accorcia, poi De Marchi prende per mano la squadra e decide di riaprire la contesa con due strepitose azioni personali, 4-4 a 5′ dalla fine. L’inerzia è tutta per lo Styla, ma un’entrata scriteriata di Conti, causa un rigore che Baroni si procura e trasforma. C’è ancora tempo e lo Styla si vede respingere da Ramari due occasioni colossali sotto porta e il tiro libero finale di De Marchi finisce a lato, l’Eni Gpl vince 5-4 e in semifinale lunedì se la vedrà contro il Ristorantino Sidun.

Nel Tabellone B la prima semifinale sarà tra Cafè Noir United e Bambù Ferrara uscite vincitrici dalle rispettive battaglie contro Gicla e San Giorgio United. Il Cafè Noir sotto 0-1 per via della rete in apertura di Lorenzoni, si porta sul 3-1 con i gol di Bertasi e Libanoro nel primo tempo e di Piva nella ripresa. Ancora Lorenzoni accorcia le distanze per il Gicla, ma il Cafè Noir resiste e ottiene la qualificazione. Ci vogliono, invece, i calci di rigore per consentire al Bambù di avere la meglio del San Giorgio. Avanti il Bambù con Poltronieri, ma il San Giorgio pareggia con una punizione di Baldo e opera il sorpasso con un tocco sul secondo palo di capitan Balboni. Nella ripresa la doppietta di Rizzo ribalta il risultato, ma l’espulsione di Poltronieri ad 1 minuto e mezzo dalla fine, permette al San Giorgio di strappare il pari con la rete di Benini. Lo stesso Benini si fa, però, parare il rigore da Garbini, l’ottavo della serie, consegnando la semifinale al Bambù. Vittorie agevoli per il Liverpool, 15-4 all’Officina Digitale con poker di Cinelli e Pedarzini, triplette di Lohman e Donegà e doppietta di Masiero, e per la Trattoria al Curvone, 10-4 al Blackstar Ferrara con triplette di Malaguti e Garutti, doppietta di Baldetti e reti di Belletti e rigore di Curzola.

Nel Tabellone C il Ristorante il Ciclone con un perentorio 4-0 sconfigge l’Agriturismo Cà Laura, doppietta di Ceolotto e reti di D’Ascenzo e Contestabile. La squadra di mister Andreotti se la vedrà con la Malbosteria che, sotto 0-2 contro il Bierfilz per via della doppietta di Romano, si porta sul 4-2 grazie ai due tiri liberi di Casano nel primo tempo e ai gol di Tumidei e ancora Casano nella ripresa. Il Bierfilz, però, riagguanta gli avversari grazie ancora a Romano e a Barboni. Si va ai rigori: per la Malbosteria solo Cavicchi fallisce la trasformazione, mentre Manini oltre a trasformare il proprio penalty, respinge sia quello di Aguiari che quello di Bagnolati, Malbosteria in semifinale. Un’ottima Pizzeria Andrea e Lauretta non dà scampo al Team Assacro: doppiette di Bordoni e Adami e reti di Rigosi, Vergine e Rizzo e Pizzeria Andrea e Lauretta avanti sin da subito, 4-1, 7-2 prima dell’8-4 finale. Nel Team Assacro pesa l’assenza di Boni, centrale difensivo imprescindibile negli equilibri di squadra, si consola solo Pelati autore di una doppietta. Bene anche il Cappellaio Matto che sfiderà la Pizzeria Andrea e Lauretta grazie al 5-2 al Pkm: doppietta di Spettoli, poi Rubbi, Basaglia e rigore di Tieghi.

Nel Tabellone D Boarini trascina il Ristorante Giò nel 6-3 al Sushi Tokyo firmando una pregevole tripletta. Il Sushi Tokyo resiste fino al 2-2 di inizio ripresa, poi il break decisivo del Ristorante Giò grazie anche alle reti di Migliaccio, Mingozzi e Nichita; per il Sushi Tokyo a segno Panato, Tcheng e Morandi. Un Kamakoa in netta crescita resiste un tempo e mezzo alla più quotata Virtus: 4-4 ad inizio ripresa e 5-6 al minuto 10 della ripresa, poi la Virtus allunga con il 10-6 finale: tripletta di Bortolin, doppiette di Mulè, Gamberini e Benelle e gol di Franchini, il migliore dei suoi; per il Kamakoa una doppietta a testa per Orsi, Morina e Vacchi. L’altra semifinale sarà Crud o Cot? – Foggy Mug. Per il Crud o Cot? decisivi i 3 gol iniziali messi a segno in pochi minuti da Valentino Ziosi, lo Spartak, infatti, non riuscirà a colmare il gap, portandosi sul 2-3, 4-5 e 5-6 prima del definitivo 5-7. Per il Crud o Cot? a segno anche Checci, doppietta, e Pirani e Davide Ziosi, per lo Spartak doppietta di Sharka e reti di Gigliofiorito, Bellotto e Boschetto. Il Foggy Mug ringrazia il suo portiere, Soldati, che mantiene inviolata la propria porta per tutto il primo tempo e per metà ripresa permettendo ai suoi di portarsi sul 4-0, prima del 5-3 conclusivo. Per il Foggy Mug tripletta di Grazzi e gol di Vincenzi e Civolani; per l’Atletic XI a segno Caleffi e doppietta di Garani.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi