Dom 13 Ott 2019 - 253 visite
Stampa

Il Cadf tra i banchi di scuola, presentata la nuova offerta didattica del Cea

Laboratori, visite guidate, lezioni in classe ed esercitazioni tra le attività proposte dal Centro di Educazione Ambientale del gestore idrico locale

Codigoro. È stato presentato nelle scorse settimane, in concomitanza con l’avvio del nuovo anno scolastico, la nuova offerta didattica e di turismo di ‘Cadf – La fabbrica dell’acqua’, il gestore idrico di medio e basso ferrarese impegnato nella sensibilizzazione dei giovani studenti del territorio.

Il nuovo catalogo è dedicato alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I e II grado e contiene esperienze nella natura e progetti didattici in classe offerti gratuitamente da Cadf alle scuole del territorio servito dall’azienda. “Invece – fa sapere l’azienda – per tali attività ed iniziative è richiesto un contributo per le scuole degli altri Comuni, che possono essere prenotati dagli insegnanti entro il 15 ottobre”.

Tra le attività organizzate ogni anno dal Centro di Educazione Ambientale, laboratori, visite guidate, lezioni in classe ed esercitazioni, condotte da personale specializzato in collaborazione con gli insegnanti. “I progetti didattici proposti ruotano intorno alle attività di gestione del ciclo integrato dell’acqua (acquedotto, fognatura e depurazione) che Cadf svolge per undici Comuni della provincia di Ferrara. In particolare, il Centro di Potabilizzazione di Serravalle, sede dello stesso Centro di Educazione Ambientale, è stato attrezzato con ampie aree interamente dedicate ai progetti didattici, tra cui un laboratorio di fisica e chimica, uno di microscopia e la coloratissima Sala Natura.

“Gli stessi principi che animano i progetti presso il Cea vengono portati all’interno delle classi con laboratori che, attraverso una metodologia ludico-educativa introducono la tematica della sostenibilità ambientale. Il programma per l’anno scolastico in corso prevede poi esperienze nella natura alla scoperta delle aree naturali del territorio, dal Bosco della Mesola a quello di Ro, la splendida Oasi Canneviè e la Salina di Comacchio, che Cadf ha in gestione dal 2015”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi