Ven 11 Ott 2019 - 2608 visite
Stampa

Lodi apre alla collaborazione con la comunità nigeriana: “Per chi delinque il tempo è finito”

Il vicesindaco riceve l'ambasciatore: "Tramite prezioso contro spaccio e guerra fra bande". A breve tavolo di confronto, sabato festa sotto al grattacielo

“Ferrara è una città capace di accogliere chi vuole lavorare, integrarsi e rispettare le regole. Per chi delinque o pensa di usare la nostra città come una terra di nessuno il tempo è finito”. È il messaggio che il vicesindaco Nicola Lodi ha lanciato alla comunità nigeriana attraverso la visita dell’ambasciatore della Nigeria Yusuf Jonga Hinna, ricevuto venerdì mattina in municipio.

Il vicesindaco ha spalancato le porte alla collaborazione: “I rappresentanti della parte buona della comunità nigeriana, quella che vuole bene a Ferrara e che qui vive, lavora e cresce i propri figli si sono resi disponibili a collaborare e a fare da tramite tra la volontà del Comune e quella parte di nigeriani dedita allo spaccio e alla delinquenza” rivela Naomo, pronto a “utilizzare al meglio questa collaborazione preziosa per combattere la piaga della criminalità e per fare di Ferrara una città sicura anche nelle zone che fino ad oggi sono state abbandonate a loro stesse”.

Dall’incontro, infatti, “è emersa non solo la disponibilità del rappresentante delle autorità nigeriane a spendersi attivamente per promuovere principi di legalità presso la comunità locale, ma anche una intenzione chiara a collaborare per arginare i fenomeni criminali legati alla droga e alla guerra fra bande”.

“Ringrazio il console Yusuf Jonga Hinna e la presidente dell’associazione nigeriana Evelyn Aghom per la loro gradita visita – ha aggiunto il vicesindaco – e mi auguro che sabato, la presenza dell’ambasciatore e delle istituzioni locali durante la festa che si terrà proprio nei giardini del Grattacielo sia l’occasione per lanciare un messaggio forte e chiaro a chi non rispetta le regole“.

E ha concluso: “Già per le prossime settimane abbiamo fissato un tavolo di confronto con l’associazione per valutare possibilità operative di collaborazione sul territorio. La nostra amministrazione è pronta a incontrare e accogliere chiunque sia animato da buone intenzioni e per i progetti che servono a rendere Ferrara più sicura e vivibile le porte sono spalancate, ma non tollereremo più situazioni come quelle che fino ad oggi hanno trovato campo libero“.

La visita dell’ambasciatore a Ferrara proseguirà anche nella giornata di sabato 12 ottobre, quando è prevista a partire dalle ore 12.30, presso i giardini del Grattacielo, una iniziativa pubblica organizzata dall’associazione Nigeriana durante la quale il vicesindaco porterà i saluti dell’amministrazione.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi