Mer 25 Set 2019 - 92 visite
Stampa

Bilancio. Mattarelli: “Ridotto il debito, a quando le tasse?”

Il consigliere scrive a Toselli: "Vuole diminuire i balzelli che soffocano i cittadini centesi o fare come l’incomprensibile governo nazionale?"

Cento. “Dato che sicuramente verrà sbandierato come eccezionale il risultato positivo di riduzione del debito consolidato da 75 a 65 milioni, vuole con esso cominciare a ridurre anche le tasse, le tariffe e ogni altro balzello che soffoca i cittadini centesi o vuole fare come l’incomprensibile governo nazionale che sembra ispirato ai vecchi governi di sinistra che hanno coperto di tasse, accise, imposte, i tartassati cittadini italiani mentre si genuflette ai poteri forti?”.

È la provocatoria domanda posta da Marco Mattarelli, capogruppo Libertà per Cento, al sindaco Fabrizio Toselli in merito al bilancio consolidato 2018, il terzo del suo mandato, “approvato con delibera di giunta il 10 settembre, assente l’assessore al bilancio come nel precedente anno nella stessa occasione”.

“Una prima riduzione del debito non fa tendenza – commenta Mattarelli -. Il patrimonio del Comune di Cento sembra essere importante (166,2 milioni) ,ma in realtà è una ricchezza in gran parte indisponibile mentre i debiti (65 milioni) sono tutti esigibili e dovranno essere pagati dai tartassati cittadini centesi, che oltretutto dovranno pagare anche il palazzetto dello sport affinché qualcuno se lo intitoli”.

“Il bilancio consolidato 2018 presenta dal lato conto economico un risultato positivo di 0,95 milioni di euro contro un risultato di 1,157 milioni di euro nel 2017, prodotto da 65 milioni di proventi positivi derivanti dalle tasse e dalla vendita dei servizi effettuati dalle aziende controllate dal Comune (Cmv Servizi srl, Cmv Enerfia e Impianti srl, Atr srl, Ente Territorio e Clara spa”.

La suddivisione principale dei proventi positivi è la seguente: 13,12 milioni di tasse e 37,2 milioni di ricavi delle vendite delle partecipate del comune. Le voci principali dei componenti negativi è la seguente: 14,5 milioni di acquisti, 23,5 milioni di prestazioni, 12,1 milioni di costo del personale e 1,83 milioni di oneri finanziari.

“Il consolidato 2018 vede dal lato patrimoniale passivo una riduzione dei debiti a 64,4 milioni contro i 75,2 milioni di debiti 2017 – rendiconta il consigliere -. Sembra che la riduzione sia dovuta al calo dei debiti verso fornitori delle partecipate mentre i debiti del Comune incidono per 26 milioni, tutti mutui. La situazione patrimoniale vede un aumento del patrimonio netto dovuto alla rivalutazione delle opere d’arte di proprietà dell’ente. Pertanto il patrimonio netto del Comune di Cento contabilmente ammonta a 166,2 milioni. La liquidità in banca al 31 dicembre è di 9,125 milioni. Il totale attivo è di 257,7 milioni, bilanciato da un patrimonio netto di 166,2 milioni, 64,4 milioni di debiti, 23 milioni di ratei e altre voci minori”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi