Gio 19 Set 2019 - 6401 visite
Stampa

Franceschini sbaglia numero e rivela a Il Tempo i propri progetti immobiliari

Curiosa gaffe del ministro ferrarese, che per errore svela a Franco Bechis l'intenzione di trasformare il B&B Marfisa d'Este in alloggi studenteschi. Ma è anche un possibile indizio sul trend immobiliare a Ferrara

Quanto accaduto nei giorni scorsi al direttore de Il Tempo, Franco Bechis, è il sogno di qualunque giornalista: ricevere una telefonata da un ministro che, per un’incredibile e irripetibile coincidenza, ha sbagliato numero e inizia frettolosamente a discutere di questioni private. E finisce così per rivelare al basito cronista dall’altra parte della cornetta i propri progetti futuri. Potrebbe sembrare l’incipit di una commedia degli equivoci, ma in realtà è l’inizio del piccolo ma curioso caso che negli ultimi due giorni ha visto al centro il ministro alla cultura e al turismo Dario Franceschini, accusato dal proprio predecessore, l’ex ministro Gian Marco Centinaio, di conflitti di interesse tra il ruolo politico e le attività economiche della sua famiglia a Ferrara.

La vicenda riguarda il bed & breakfast Dimora Marfisa d’Este in corso Giovecca, ex residenza della famiglia Franceschini e gestito dalla sorella del ministro. Lunedì pomeriggio alle 15:46 al telefono di Bechis arriva una telefonata da un numero sconosciuto. Il giornalista risponde e sente dire: “sono Franceschini, ciao…”, accorgendosi immediatamente che “la voce era inconfondibilmente quella di Dario Franceschini, neo ministro dei Beni culturali”. Già pronto a controbattere a una qualche critica o lamentela per gli articoli del giornale, Bechis risponde con un semplice “buongiorno Dario”, senza immaginare che la telefonata del ministro è di tutt’altra natura: “Senti – sono le parole riportate dal direttore de Il Tempo -, io mercoledì sono a Ferrara, quindi se puoi anche tu, vieni e ti posso fare vedere quell’immobile che ti avevo detto. Anche se sono ancora in attesa della autorizzazione a trasformarlo da B&B ad alloggio per gli studenti…”.

La telefonata viene interrotta da Bechis, che avverte Franceschini di aver sbagliato numero: “e lui, di evidente fretta: ‘Ah, ho sbagliato? Scusi…’, e ha riattaccato”. La conversazione però per quanto casuale non poteva che accendere la curiosità del giornalista, che sul quotidiano romano approfondisce la storia famigliare di Franceschini e parla della trasformazione della casa di famiglia in un B&B oggi molto richiesto e apprezzato dai turisti, al punto che per prenotare una stanza libera occorre aspettare almeno un paio di mesi. È proprio in virtù di questo successo imprenditoriale, Bechis si chiede “perchè cambiarne la destinazione d’uso?”, sottolineando in particolare che il target studentesco potrebbe rivelarsi un po’ ‘incompatibile’ con locali antichi e arredi d’epoca: “Chissà – scrive Bechis -, magari il ministro del Turismo si sentiva in imbarazzo, o perfino in conflitto di interessi con la gestione di quella piccola attività ricettiva”.

Un sospetto che non sfugge all’attenzione dell’ex ministro al turismo, Gian Marco Centinaio, pronto a cogliere in fallo il proprio successore alla prima occasione utile: “Franceschini proprietario di un B&B non è incompatibile con il suo nuovo ruolo di Ministro del Turismo? – scrive Centinaio su Twitter – Forse è per questo che tace sul mio provvedimento per dare efficacia al codice identificativo per le strutture ricettive?”. Un’accusa piuttosto pesante a livello politico, su cui oggi interviene ufficialmente anche l’ufficio stampa del Ministero ai Beni Culturali e Turismo, che in una comunicazione ad Ag Cult afferma che “Una semplice verifica anche online avrebbe consentito di evitare una polemica inutile, verificando facilmente che il Room & Breakfast in Ferrara di cui si è parlato in questi giorni sui giornali, è gestito da una impresa individuale esclusiva della sorella del Ministro”.

Si chiude così, almeno per ora, la polemica sul B&B della famiglia Franceschini, che per un paio di giorni ha fatto registrare un boom di richieste di accesso al catasto ferrarese dalle redazioni romane. Per chi invece è già calato nel contesto locale, la riflessione da muovere potrebbe essere un’altra: la scelta della famiglia Franceschini di convertire il B&B o parte di esso in alloggi studenteschi (questo almeno sembra trasparire della telefonata a Bechis) potrebbe infatti essere indizio di un preciso trend economico e immobiliare a Ferrara, determinato anche dal boom di iscrizioni all’università. Insomma: anche chi era solito privilegiare gli investimenti in sistemazioni di pregio o legate al turismo potrebbe iniziare a concentrarsi maggiormente su un target più economico ma in enorme crescita, quello studentesco, anche a costo di sacrificare un po’ dell’antica eleganza.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi