Lun 16 Set 2019 - 1925 visite
Stampa

Inaugurata la panchina di nonno Melandri

Festa grande lungo la ciclabile di Pontegradella per ricordare il professore scomparso lo scorso 10 giugno

È stata una bellissima festa, con musica, canti, merenda e storie, tutto per ricordare nonno Alberto Melandri, in cui onore è stata realizzata una panchina colorata lungo la ciclabile di via Pontegradella. Un modo per ricordare l’ex professore di lettere all’istituto Carducci scomparso il 10 giugno scorso all’età di 69 anni e che su quella panchina raccontava favole ai bambini (non a caso la panchina è stata intitolata al ‘nonno della contro favola’).

Una cerimonia di inaugurazione commovente, quella organizzata dall’associazione Pontegradella in Transizione che ha realizzato questo angolo di ciclabile, alla quale ha partecipato anche la cugina di nonno Melandri, l’ex ministro Giovanna Melandri.

Alberto Melandri è stato professore di lettere all’istituto Carducci, ed è rimasto educatore fino alla fine. Era coordinatore del Cies di Ferrara – il Centro informazione educazione allo sviluppo, associazione onlus dedicata alla promozione dell’amicizia tra i popoli e per gli scambi interculturali. Era in corrispondenza con Serge Latouche, l’economista francese fondatore del movimento sulla Decrescita. E tante altre cose qui impossibili da elencare. Ma soprattutto è stato padre, marito e nonno presente e amorevole, amico generoso, cittadino di Pontegradella attento a tutte le persone, specialmente le più semplici, e ai rapporti umani. Un “sorriso ambulante”, come lo ha definito la figlia.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi