Ven 13 Set 2019 - 88 visite
Stampa

Ultimi giorni per visitare la mostra di Carlo Costanzelli

I corridoi del palazzo comunale 'prestati' all'arte 

Fabio Bergamini e Carlo Costanzelli

Bondeno. I corridoi del municipio continuano ad essere decorati di creazioni di artisti locali, arte contemporanea, quadri che ricostruiscono immagini del territorio, personaggi, lo stesso vissuto degli autori. Un esperimento partito circa due anni fa, con il maestro Gianni Cestari, proseguito poi con Carlo “Alo” Andreoli, Mattia Guaresi, il grande Carlo Tassi, la collezione privata di Fabrizio Resca e, non ultimo, il talentuoso Carlo Costanzelli.

Sono infatti questi gli ultimi giorni utili per ammirare le sue opere. Una selezione della sua ormai vasta produzione artistica, che ha permesso anche durante i mesi estivi a chi si recava in municipio per le comuni pratiche quotidiane di poter essere allietato dai corridoi dell’edificio, impreziositi dal meglio dell’arte locale.

Nel caso di Caro Costanzelli, le opere esposte non sono altro che una «Serie di ritratti nati come un semplice esercizio – rivela l’artista – che però si sono tramutati ben presto in vere opere d’arte».

Soggetti di questi ritratti, tra il pop e le vecchie stampe ottocentesche, sono i suoi scrittori e poeti preferiti. Spiccano così i volti dell’Ariosto, di Manzoni e di molti altri. «Il nero risulta dominante in queste opere realizzate in acrilico – continua l’autore – mentre il colore è presente solo dove è realmente richiesto, per sottolineare un dettaglio caratterizzante la personalità del soggetto rappresentato».

Carlo Costanzelli, seppur ancora giovanissimo, è balzato alle cronache per i suoi successi artistici diverso tempo fa. Nel 2012, l’amministrazione si congratulò con lui per l’importante riconoscimento nell’ambito del premio “Lanci per l’Arte”, con la sua creazione “Il circo d’oro”.

L’iniziativa continua ad essere molto apprezzata sia dai dipendenti che dai cittadini. I quali, mentre si rivolgono agli uffici comunali, avranno ancora per qualche giorno l’occasione di visitare gratuitamente un’autentica mostra d’arte come quella di Costanzelli, in precedenza allestita all’Alliance Française di Bologna.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi