Dom 8 Set 2019 - 315 visite
Stampa

Mostre in Fiera, Roberto Lucchi protagonista per Santa Croce

Il giovane 'Cappellaio Matto' espone a Palazzo Spada in occasione della fiera cittadina. Inaugurate anche le mostre dei Fotoamatori e dell'asilo nido Pirin Pin Pin

di Giuseppe Malatesta

Codigoro. Si apre con l’inaugurazione di tre mostre artistiche (e artigianali) la seconda giornata della 348° Fiera di Santa Croce di Codigoro. Taglio del nastro a Palazzo Spada, in via IV Novembre, per l’esposizione ‘Roberto Lucchi & Friends’, che accoglie i capolavori del giovane cappellaio codigorese.

Insignito del ‘Premio L’Airone’ durante la cerimonia inaugurale di venerdì sera, Lucchi sarà infatti protagonista di Santa Croce con i suoi cappelli interamente realizzati a mano e ormai sempre più celebri, indossati da personaggi del mondo dello spettacolo e della musica come J-Ax, Joe Bastianich, Giuliano Sangiorgi, Andrea Appino e perfino Andrea Bocelli.

“A ventiquattro anni – racconta il sindaco Alice Zanardi – Lucchi ha trasformato la sua passione per i cappelli artigianali in un’affascinante avventura, che lo ha portato a realizzare magnifici pezzi unici per numerosi artisti di fama nazionale ed internazionale, inseguendo un sogno, visitando i vecchi cappellifici toscani dismessi, apprendendo da vecchi cappellai le tecniche di un’arte antica e trasferendo conoscenze e competenze acquisite nell’Atelier della nonna, il suo laboratorio artigianale, un micro-cosmo tutto da scoprire.

Conosciuto come il ‘Cappellaio Matto’ dal pubblico di Raidue, Roberto Lucchi è stato fino alla scorsa stagione tra i protagonisti di ‘Detto Fatto’, programma pomeridiano condotto da Bianca Guaccero, dove Roberto offre la propria autorevole consulenza, in qualità di tutor.

“Roberto Lucchi è un vero esempio di intraprendenza e creatività giovanile, è motivo di orgoglio per il Comune di Codigoro, che continuerà a sostenerlo in tutti i suoi progetti futuri”.

Nella sala espositiva Pro Loco, sempre in via IV Novembre, trova spazio la mostra fotografica ‘Colors’, firmata dal Gfc – Gruppo Fotoamatori Codigoro, mentre presso le ex scuole elementari su Riviera Cavallotti è aperta al pubblico la ‘Pirin Pin Pin in mostra’, esposizione delle opere più belle dei piccoli ‘alunni’ dell’asilo nido comunale.

“Il minimo comune denominatore che lega le mostre è la passione – commenta il sindaco -, con la quale giovani del territorio, anche in occasione della nostra Fiera, hanno voluto mettere in vetrina il loro talento. Mi congratulo con tutti loro, anche con le educatrici dell’asilo nido Pirin Pin Pin, perché attraverso dipinti, foto, opere di ingegno, cappelli, danno sfoggio delle loro abilità e rappresentano un vanto per la nostra comunità”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi