Mar 3 Set 2019 - 1110 visite
Stampa

Inaugura a Goro il Pronto Soccorso e Cura per tartarughe marine

Il nuovo centro sarà ospitato nella sede di Arpae, allestito da Fondazione Cetacea nell'ambito del progetto Tartalife+

Goro. Mercoledì 4 settembre presso la sede Arpae di Goro verrà presentato alle autorità, al pubblico ed alla stampa il nuovo Centro di pronto soccorso e cura delle tartarughe marine allestito da Fondazione Cetacea in collaborazione con il progetto Tartalife+, Arpae Emilia Romagna e la Rete Regionale delle Tartarughe Marine.

Il Centro verrà gestito da una associazione di enti costituiti nel “Gruppo Tartarughe” formato da Aics – associazione italiana cultura e sport, Circolo Velico Volano, Corpo dei Vigili Giurati di Goro, Enpa, Polizia provinciale di Ferrara e Fondazione Cetacea.

I membri del gruppo hanno seguito un corso di preparazione tenutosi a gennaio presso il Circolo Nautico di Codigoro. La responsabile veterinaria del Centro è la dottoressa Giulia Bondesan di Codigoro coadiuvata dal dottor Giordano Nardini, responsabile veterinario di Fondazione Cetacea e presidente di Sivae (società italiana veterinari animali esotici).

È noto che le tartarughe marine stanno frequentando sempre più assiduamente il mare Adriatico e in particolare la zona nord che risulta secondo censimenti recenti la zona più importante di foraggiamento per questi rettili nel Mediterraneo. Il nastro verrà tagliato dall’assessore regionale all’ambiente Paola Gazzolo e dal direttore generale di Arpae Giuseppe Bortone e dalla presidente della Provincia di Ferrara Barbara Paron.

Al termine della cerimonia, che si terrà alle 11 in via del Corpo delle Capitanerie di Porto, è previsto il rilascio in mare una tartaruga curata dalla Fondazione Cetacea di Riccione.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi