Mar 27 Ago 2019 - 1946 visite
Stampa

Vagnati annuncia: “Trovato l’accordo per Reca”

Dopo l'esordio di domenica, ecco anche le prime parole di Tomovic: "Qui c'è tutto per salvarsi"

Vagnati e Nenad Tomovic

di Andrea Mainardi

Finalmente ci siamo, la Spal ha trovato il sostituto di Fares sulla sinistra. Si tratta dell’esterno polacco di proprietà dell’Atalanta (tanto per cambiare), che arriverà in prestito con diritto di riscatto.

La lunga trattativa ha dunque il suo lieto fine e il ds biancoazzurro, a margine nella presentazione di Nenad Tomovic, fa il punto sul calciomercato a meno di una settimana dalla sua conclusione: “Per quanto riguarda Reca abbiamo l’accordo con l’Atalanta e il giocatore, tra stasera e domattina, farà le visite mediche. E’ un ragazzo che avevamo valutato ancora prima di prendere Fares, ha caratteristiche che si sposano bene col nostro sistema di gioco”.

Purtroppo invece non ci sono particolari novità per quanto riguarda gli esuberi: “In uscita c’è poco, tranne qualche chiacchera. In difesa abbiamo ancora Salamon e dobbiamo trovargli una sistemazione non rientrando nel progetto tecnico, cinque difensori credo siano già adeguati”.

La strada che porta nuovi arrivi è sempre tortuosa, l’attenzione al budget infatti non consente voli pindarici: “Innanzitutto bisogna capire che il nostro obiettivo è la salvezza, con Reca siamo ancora di più una squadra che dovrà lottare per raggiungere l’obiettivo. Per migliorarci serve spendere cifre grosse, sono già uscite risorse importanti con tanti giocatori di proprietà ed è già stato fatto molto in questa sessione. In settimana proveremo ad ottimizzare ciò che ancora abbiamo a disposizione, non è semplice ma ci proviamo. L’infortunio di Fares ci ha tolto la possibilità di fare qualcosa extra costringendoci poi ad andare su Reca”.

Nelle ultime ore si è parlato di un possibile scambio con la Sampdoria tra Viviani e Sala, Vagnati conferma che la trattativa è in corso: “Ne stiamo parlando, non è detto che si farà ma ha fatto benissimo il quinto a destra e potrebbe rientrare nel nostro sistema di gioco. Inoltre stiamo valutando la posizione di Dickmann per cercare di farlo giocare con più continuità”.

Il ds della Spal commenta poi la sconfitta di domenica: “Abbiamo fatto sessanta minuti di alto livello sotto tutti i punti di vista, mettere sotto l’Atalanta vuol dire avere un certo tipo di qualità. Berisha è stato molto bravo in diverse occasioni e avere giocatori come Muriel e Malinovskyi può essere determinante. Il risultato finale ci dispiace ma ha lasciato cose positive.

Oggi è stata anche la giornata dedicata alla presentazione di Nenad Tomovic, arrivato dal Chievo Verona, ed è ancora Vagnati a spendere belle parole per lui: “Abbiamo il piacere di avere qui Nenad, oltre a essere un giocatore di grandissima esperienza ha anche grande professionalità. Per noi è un valore fondamentale per venire a far parte di questa società. Aveva un contratto importante e ha rinunciato anche a tanti soldi, speravamo che quest’operazione si potesse fare prima ma l’importante è essere qui. La sua duttilità ci verrà molto utile”.

E’ poi il serbo classe 87′ a dire le sue prime parole da giocatore della Spal: “Ringrazio il direttore, è stata una trattativa durata più di un mese e la società ha dimostrato di volermi fortemente. Sono qui con tanta voglia ed entusiasmo per poter dimostrare le mie qualità. In una difesa a tre mi trovo bene sia a sinistra che a destra, lì mi trovo al meglio”.

Con oltre duecento presenze in A, Tomovic è il difensore più esperto della squadra assieme a Felipe: “Ogni anno è stato pieno di cose nuove ed esperienze, il campionato poi migliora di anno in anno ed è sempre più difficile. In questo ultimo periodo ho cercato di mettermi a posto fisicamente, per guarire dagli infortuni. Ora sono pronto e fiducioso di poter essere utile alla squadra. Domenica ero concentrato su ciò che dovevo fare anche se l’inizio è stato abbastanza sfortunato, ho comunque visto una Spal davvero forte”.

L’ultima stagione al Chievo non è stata facile per lui, tra infortuni e retrocessione:”Lo scorso anno mi ero fatto un piccolo infortunio all’adduttore ma ho voluto accelerare il recupero e si è trasformata in pubalgia, ora sono al 100%”.

Tomovic ha infine già visto tante cose positive a Ferrara:”Qui ho trovato tutto ciò che serve per salvarsi, grande organizzazione in staff tecnico e società. C’è un gruppo unito e sano, con tanta qualità anche umana oltre che tecnica”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi