Ven 23 Ago 2019 - 3763 visite
Stampa

Fabbri allarga lo staff: ora cerca un Capo di Gabinetto

Critico il capogruppo del Pd Modonesi: “Alla faccia del milione risparmiato”

Il Comune di Ferrara ha avviato le procedure selettive per la ricerca di un nuovo membro che entrerà a far parte dello staff del sindaco, il Capo di Gabinetto, che si aggiunge alle altre tre figure già selezionate e assunte: il direttore generale Sandro Mazzatorta, il portavoce Michele Lecci e la segretaria particolare Carla Bazzan.

Il contratto offerto è a tempo pieno e determinato (durerà cioè fino al termine del mandato del sindaco) e la figura verrà assunta nella categoria giuridica C, posizione economica C1 del relativo Contratto collettivo nazionale, dovrebbe dunque ricevere un compenso di circa 20mila euro annui, più tredicesima e retribuzione aggiuntiva che verrà decisa dalla giunta (due membri dello staff, Michele Lecci e Carla Bazzan ricevono solo per questa voce 25mila euro). Il titolo di studio richiesto è il diploma di maturità. Il bando scade il 9 settembre.

Non è una figura nuova, già la Giunta Tagliani aveva questa figura, ricoperta da Giovanni Lenzerin (che percepiva circa 120mila euro all’anno, dove sono compresi però anche i compensi come dirigente ad interim del settore Attività culturali e di responsabile dell’Ufficio Partecipazioni Societarie del Comune), da giugno ritornato alla Holding Ferrara Servizi come direttore generale (anche della controllata Ferrara Tua).

Sulla questione interviene il capogruppo del Pd in Consiglio comunale, nonché ex sfidante di Fabbri alle elezioni, Aldo Modonesi. “Quando ero piccolo a casa dei miei nonni la domenica non mancava mai per noi bambini Il Corriere dei Piccoli, e uno dei fumetti più singolari era quello del signor Bonaventura, che accompagnato dal suo fedele bassotto giallo, viveva complicate avventure che si concludevano sempre, come un tormentone, con una ricompensa finale di un milione (di lire).
Ed è ormai un tormentone anche il milione (di euro) di presunti risparmi che ritorna sempre ogni volta che la Giunta Fabbri decide o di aumentarsi lo stipendio o di assumere nuove figure esterne all’amministrazione – afferma Modonesi -. Come avverrà a breve, visto che è uscito il nuovo avviso per il nuovo Capo di Gabinetto, che andrà a aggiungersi al nuovo Direttore Generale, al nuovo Portavoce e alla nuova Segretaria particolare. Tutte figure esterne, delle quali già con largo anticipo si conoscevano i nomi e cognomi dei vincitori. Tutte figure che oltre al compenso base percepiscono una una tantum annuale di 25mila euro. Alla faccia del presunto milione risparmiato, e con buona pace dei ferraresi e del signor Bonaventura. Torno a chiedervi: dite che sia questo il cambiamento?”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi