Gio 22 Ago 2019 - 12854 visite
Stampa

Jova Beach Party, “l’evento dell’anno ha portato un indotto di un milione di euro”

Pioggia di complimenti su concerto, viabilità, assistenza sanitaria e sicurezza. Fabbri: "Successo per la prosperità dei Lidi". Ascom: "Boccata d'ossigeno per commercio e turismo"

Colpo d’occhio impressionante dalla foto aerea scattata dal dirigibile del Jova Beach Party

Lido degli Estensi. “Martedì eravamo qua: migliaia di puntini, ma visti da lontano perché ognuno di quei puntini è un universo. Giornata bellissima, grazie a tutti!”. Jovanotti descrive la dodicesima tappa del Jova Beach Party a Lido degli Estensi con le parole de Il più grande spettacolo dopo il Big Bang e si sente un novello Ariosto che “canta e danze l’audaci imprese a 500 anni dall’Orlando Furioso”.

Nel day after non si contano i complimenti all’organizzazione, all’amministrazione e alle forze dell’ordine per la riuscita di un evento impeccabile sotto tutti i punti di vista, gestendo l’arrivo, la presenza e il deflusso dei 26mila spettatori (i dati sono stati aggiornati rispetto ai 25mila iniziali, ndr) senza disguidi e in totale sicurezza.

(Alcuni dei momenti più belli dell’evento. Credito: Maikid – Michele Lugaresi)

“La festa, di popolo e di musica, si è svolta nel migliore dei modi possibili e secondo quanto pianificato: dai percorsi pedonali, ai parcheggi dedicati, alla viabilità e alla rete sanitaria” è il primo bilancio del Comune di Comacchio che ha raccolto la sfida e con “perseveranza, determinazione e dedizione” ha portato a casa “l’evento dell’anno, meraviglioso quanto impegnativo, che ha coinvolto tutto il Lido e il sistema che si è attivato per realizzarlo e accogliere l’enorme tribù del capo indiano Jovanotti”.

L’abbraccio tra Jovanotti e Marco Fabbri nel dietro le quinte

“È stato un evento di sistema che ci ha tenuti sempre molto concentrati e una sfida che è stata affrontata buttando il cuore oltre l’ostacolo, ma che ci ha premiati con soddisfazione e apprezzamenti” conferma il sindaco Marco Fabbri che ringrazia le forze dell’ordine che hanno garantito la sicurezza e l’ordine pubblico all’interno e fuori la manifestazione, Anas, l’associazione “Noi che ci crediamo ancora”, i commercianti di Lido degli Estensi, gli uffici comunali e la polizia locale “all’altezza di un compito molto complesso”. Con l’auspicio che “davanti a questo successo, il Lido possa sempre più prosperare perché quando si fa sistema, le belle sfide sono meno difficoltose”.

A partire dal cordone di sicurezza che ha visto al lavoro 400 unità tra operatori della polizia di Stato (elicotteristi, cinofili antisabotaggio e antidroga, unità Uopi, polizia scientifica, polizia stradale), carabinieri (compresi cinofili e Sos), guardia di finanza (compreso il personale dell’Unità Navale e dei sommozzatori – Roan) e dei reparti di rinforzo, guardia costiera, vigili del fuoco, polizia municipale, polizia provinciale e 80 volontari della protezione civile regionale.

Il puntuale controllo del territorio, l’oculata gestione della viabilità nei pressi dell’evento e lungo le arterie stradali di afflusso e deflusso del pubblico, la vigilanza sulle aree di parcheggio e la corretta informazione lungo i percorsi dedicati per raggiungere il luogo del concerto hanno permesso che il mega evento si sia realizzato nella massima regolarità, senza particolari criticità, garantendo un sano divertimento e assicurando anche un regolare ripristino del traffico veicolare sulla Romea entro poche ore dalla fine del concerto.

In corso le opere di smontaggio e pulizia della spiaggia (foto di Vanni Lazzari)

Soddisfazione anche per la tenuta del piano sanitario, predisposto dal 118 dell’Azienda Usl di Ferrara in condivisione con prefettura, questura ed ente organizzatore e in collaborazione con la Croce Rossa ferrarese, risultato efficace a gestire le urgenze sanitarie per il grande pubblico presente, dalle fila all’ingresso al mattino alla fase di evacuazione di notte.

Nel corso della giornata sono state visitate all’interno del Punto Medico Avanzato 32 persone per problemi prevalentemente associati a piccoli malori, dolori addominali, medicazioni. Di queste, 30 sono state trattate sul posto, 2 sono state portate al pronto soccorso dell’ospedale de Delta per ulteriori accertamenti e trattamenti. Altre 38 persone sono state valutate e trattate sul posto dagli equipaggi appiedati, prevalentemente per piccoli malori dovuti al gran caldo.

Una “bella boccata d’ossigeno” invece per gli operatori turistici e commerciali della costa comacchiese. “Il concerto ha portato energia, ottimismo, vitalità e sicuramente un concreto indotto che valuto intorno al milione di euro di positive ricadute sull’economia turistica locale” è il commento di Gianfranco Vitali, presidente di Ascom Comacchio, che ringrazia l’amministrazione comunale “che fin dall’inizio ha creduto fortemente su questo evento, così come Confcommercio del resto”.

“Comacchio è andata avanti nonostante perplessità e avversità che hanno costellato il percorso del concerto del 20 agosto e ha confermato di saper affrontare i grandi eventi con un’organizzazione efficace e complessa. Un gioco di squadra importante che ha coinvolto tanti protagonisti istituzionali” ricorda il presidente Ascom, augurandosi che “possa consolidarsi e proseguire negli anni futuri e in prossimi appuntamenti di grande portata che vadano a sottolineare con efficacia la cartolina promozionale della nostra costa”. Intanto proseguono spedite le opere di smontaggio del villaggio musicale e pulizia della spiaggia “per lasciarla migliore di come l’abbiamo trovata” come ha promesso Lorenzo Cherubini.

GUARDA IL VIDEO DALL’ELICOTTERO

GUARDA IL VIDEO DEL PUBBLICO

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi