Mar 20 Ago 2019 - 1103 visite
Stampa

Sergio Floccari e Atleti al tuo Fianco insieme nella lotta contro il cancro

L'attaccante della Spal si mette a nudo in un intervista per Arenbì Onlus: "L'elemento per sentirmi a mio agio è l'armonia nelle relazioni"

Sergio Floccari diventa testimonial della lotta contro il cancro con Atleti al tuo fianco. Il progetto di Arenbì Onlus porta infatti il mondo dello sport a scendere in campo a sostegno di pazienti e familiari che stanno affrontando un tumore attraverso interviste che permettono di comprendere la vita quotidiana col cancro grazie alla metafora dello sport.

Avere un avversario difficile da sconfiggere, cercare di recuperare una partita che in certi momenti sembra persa, vincere la paura nei giorni precedenti ai grandi appuntamenti sono esempi che, grazie all’abitudine che abbiamo di parlarne nello sport, aiutano a capire le sfumature della vita di chi ha da vincere la partita della vita. Nell’intervista realizzata per l’iniziativa di Arenbì Onlus, Floccari si mette a nudo parlando della propria vita privata e sportiva, dei propri obiettivi personali e di come sfrutta il proprio tempo libero per stare al fianco della propria famiglia.

L’attaccante spende parole di grande affetto per la Ferrara e la sua società calcistica, oltre che per i propri compagni affermando che per lui il fattore più determinante per sentirsi appagato in squadra è “l’armonia delle relazioni”, grazie alla quale la Spal è riuscita a rialzarsi anche durante i momenti in cui la salvezza in Serie A sembrava un traguardo irraggiungibile.

L’attaccante della squadra ferrarese si aggiunge così ad altri rappresentanti della Serie A, come Lorenzo Pellegrini, Nicola Sansone, Francesco Magnanelli, Eusebio Di Francesco, Eugenio Corini, che hanno già preso parte all’iniziativa curata dal dott. Alberto Tagliapietra, medico chirurgo che si occupa di psico-oncologia.

Alle parole si accompagna una campagna fotografica “A mani unite sotto il sorriso”, che rimanda alla necessità di presenza fisica e comprensione emotiva di chi si ammala di cancro. Anche altri giocatori della Spal hanno partecipato al messaggio fotografico: sono Felipe, D’Alessandro, Missiroli, Vicari e Valdifiori. Un messaggio importante di sensibilizzazione: già soltanto parlarne permette di raggiungere l’obiettivo, per non lasciare isolati chi sta affrontando un avversario tremendamente difficile, sul piano fisico ed emotivo.

 

 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi