Ven 2 Ago 2019 - 314 visite
Stampa

Progetto San Giorgio incontra il sindaco Fabbri: “Sostegno alla famiglia naturale”

Il presidente Springhetti: "Partendo dai valori cristiani, condivise le principali linee guida dell’azione di governo"

Nel pomeriggio di giovedì 1 agosto, presso il suo ufficio a Palazzo Municipale, si è tenuto un incontro tra il sindaco di Ferrara Alan Fabbri e una folta rappresentanza di Progetto San Giorgio, l’associazione di ispirazione cattolica che ha sostenuto, nella Lista Civica di “Ferrara Cambia”, le candidature di Massimiliano Guerzoni e Camilla Martinucci, risultati poi eletti in Consiglio comunale.

Si è trattato del primo incontro ufficiale dopo le consultazioni, durante il quale Psg ha rappresentato al nuovo primo cittadino alcune proposte concrete finalizzate alla realizzazione del proprio programma elettorale.

Sono in cantiere infatti un articolato progetto sull’affettività da proporre nelle scuole ferraresi di ogni ordine e grado, i cui dettagli verranno esplicitati in un secondo incontro e una proposta di radicale riprogettazione dei Servizi alle Famiglie offerti dall’Istituzione dei Servizi educativi, scolastici e per le famiglie di via Guido d’Arezzo.

I rappresentanti di Psg hanno espresso a Fabbri la loro forte preoccupazione per la crisi demografica che si registra nella provincia di Ferrara, proponendo una campagna pubblicitaria a sostegno della maternità. Si sono complimentati per la volontà, espressa dalla nuova Giunta, di contrastare in modo fermo e determinato il drammatico fenomeno della droga e dell’abuso di alcool tra i giovani e i giovanissimi, attraverso puntuali iniziative di contrasto e hanno sollecitato la presa di coscienza da parte dell’Amministrazione rispetto alla necessità di risolvere il problema delle 56 famiglie che avrebbero desiderato iscrivere i propri figli alla Scuola dell’Infanzia del Sacro Cuore, la quale ha viceversa chiuso i battenti.

“Il sindaco Fabbri – scrive in una nota il presidente di Progetto San Giorgio, Marco Springhetti – ha preso atto dell’invito fatto da Progetto San Giorgio affinché il Comune di Ferrara esca dal novero delle realtà istituzionali che sostengono il gender (una grande “alleanza” arcobaleno finalizzata a finanziare in via prioritaria progetti ed eventi Lgbt) e ha condiviso la proposta di accogliere, per il futuro, le iniziative culturali in preparazione di Psg, mirate a sostenere e tutelare con maggior forza che nel passato la famiglia naturale e i bambini, anche attraverso un più puntuale e scrupoloso sistema degli affidi”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi