Ven 2 Ago 2019 - 160 visite
Stampa

Partono i lavori della commissione d’inchiesta sui fatti di Bibbiano in Regione

Calvano (Pd) nominato componente: “Il Pd è dove deve stare, di fianco alle famiglie e ai bambini per garantirne la tutela”

Oggi (venerdì 2 agosto) alle 13 è convocata la prima seduta della “Commissione speciale d’inchiesta circa il sistema di tutela dei minori nella Regione Emilia-Romagna” istituita, su proposta del Pd insieme agli altri gruppi e partiti di centrosinistra, dall’Assemblea legislativa regionale nel corso della seduta del 27 luglio scorso. All’ordine del giorno sono previste la nomina del presidente e dei vicepresidenti, oltre alla programmazione dei lavori.

È dal 1987, dalla tragedia Mecnavi del Porto di Ravenna, che in Emilia-Romagna non viene istituita una commissione speciale d’inchiesta.

“Quello è l’unico precedente, a dimostrazione di quanto sia importante per noi approfondire e fare chiarezza sul sistema delle tutele verso i minori e verso le famiglie nella nostra Regione. La commissione non avrà poteri giudiziari e non andrà ad interferire con l’inchiesta giudiziaria che sta andando avanti e che va rispettata fino in fondo”, ricorda il consigliere regionale ferrarese Paolo Calvano, che entrerà a fare parte della commissione che si terrà domani.

“Sono nella Commissione perché come segretario del mio partito, penso che il Pd debba stare dove si devono tutelare minori e famiglie. Se le contestazioni di reato dovessero essere confermate, i responsabili andranno perseguiti senza se e senza ma. In tal caso sarà la magistratura a farlo, e noi saremo al suo fianco. Se tra chi doveva tutelare quei bambini c’è chi non lo ha fatto e per questo sarà giustamente punito, non significa automaticamente che tutti i professionisti del settore debbano essere criminalizzati, sarebbe un grave errore. Il Pd ha voluto la commissione perché se ci sono stati affidi improvvidi, forzati e dannosi vogliamo capire come evitare che ciò possa accadere e lo vogliamo fare sia per tutelare i minori, sia per tutelare un istituto come quello dell’affido di cui è protagonista una rete straordinaria di famiglie che hanno salvato, nel vero senso della parola, tanti bimbi e anche tanti genitori. Per questo e tanto altro il Pd c’è ed è pronto a confrontarsi con chiunque, anche con chi non si fa scrupoli ad usare e strumentalizzare politicamente vicende di tale drammaticità”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi