Mar 23 Lug 2019 - 6034 visite
Stampa

Addio a Giuliano Caleffi, il prof dell’Ariosto stroncato da un infarto

Un malore lo ha colto mentre stava rientrando da una domenica ai Lidi. Grande cordoglio degli studenti

Se n’è andato a soli 62 anni Giuliano Caleffi, noto e amatissimo docente di storia e filosofia del liceo Ariosto di Ferrara, stroncato da un infarto che aveva lanciato i suoi segnali sul finire di una giornata di mare trascorsa con la sua famiglia.

È infatti mentre percorre la congestionata Statale Romea, intorno alle 21 di domenica, che Caleffi sente il respiro appesantirsi e il fiato mancare. Accosta la sua vettura e poco dopo si accascia a bordo strada.

Allertati dai famigliari, i soccorritori giungono sul posto in breve tempo, ma le manovre di rianimazione, tra massaggio cardiaco e defibrillazione non riescono ad evitare il peggio. Un’ora dopo viene accertato il decesso.

Da tempo alle prese con un’impegnativa battaglia con una malattia rara, Caleffi ha così affidato ai posteri quella missione educativa e formativa che lo aveva contraddistinto nel mondo scolastico ferrarese e non solo.

Premuroso e attento ai bisogno dei suoi studenti, il professore proseguiva quella missione anche fuori dall’aula, testimoniando quotidianamente che il suo era un ruolo che non si esaurisce certo in poche ore di lezione. A dimostrazione di ciò, è grande il cordoglio degli studenti ed ex allievi che hanno continuato a cercare i suoi consigli anche conclusa la maturità.

Nell’era dei social network, Caleffi aveva scelto di essere anche lì, con coscienza e senso della misura, per lasciare il segno e stimolare soprattutto i più giovani a reagire ad un mondo che “sta rubando gli orizzonti dei nostri figli”. Così si presentava nel suo profilo Twitter, come un “professore indignato” che non si sarebbe arreso facilmente a quella che gli appariva essere una deriva preoccupante. Ma che purtroppo ha dovuto arrendersi ai capricci del suo cuore.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi