Sab 20 Lug 2019 - 1580 visite
Stampa

‘Sottotetto’, ecco la piattaforma per aiutare le matricole a trovare casa

Il portale di Informagiovani che fa incontrare domanda e offerta. Balboni: "Pensiamo di poter reggere l'onda d'urto"

di Simone Pesci

Il boom di matricole che a settembre si riverseranno a Ferrara per iniziare un nuovo percorso di studi non sembra spaventare più di tanto Comune e Unife. Memori delle difficoltà delle precedenti estati, i due enti hanno deciso di giocare d’anticipo per quanto riguarda l’affitto delle stanze agli universitari. Online, infatti, è già attivo Sottotetto, servizio gestito da Informagiovani e nato proprio dalla sinergia fra palazzo Municipale e l’Ateneo estense, che con questo portale totalmente gratuito si prefigge l’obiettivo di facilitare la vita sia dei proprietari di case che degli utenti finali.

Sottotetto è un sito intuitivo, facilmente raggiungibile e che fa incontrare la domanda e l’offerta: tramite appositi menù a tendina, per gli utenti sarà facilissimo trovare una camera, un appartamento o un posto letto, mentre per i proprietari sarà altrettanto semplice rimpinguare un database che in pochi giorni di vita conta già 45 annunci. “E alcuni sono già stati tolti, quindi presumibilmente sono già stati fatti dei contratti perché abbiamo almeno una richiesta al giorno, soprattutto da famiglie del Sud” svela Rita Vita Finzi, responsabile dell’Agenzia Informagiovani.

Con la nuova piattaforma, insomma, Comune e Unife contano di risolvere quello che da due anni a questa parte è una grossa criticità per Ferrara, quella degli alloggi agli studenti. “Due anni fa ci fu un momento di grossa difficoltà quando l’Università iniziò la sua politica d’espansione, bisogna farsi trovare pronti per tempo” spiega Alessandro Balboni, assessore ai Rapporti con l’Università, ottimista per il fatto che “con questo portale pensiamo di poter reggere l’onda d’urto di un numero di matricole abbastanza importante”.

“E’ solo il primo strumento” si affretta a ribadire l’assessore, se è vero che, come riferisce il docente di Unife Livio Zerbini, “Ferrara ha l’università italiana cresciuta di più in termini di iscrizioni: l’anno scorso abbiamo avuto più di 20mila studenti, e quest’anno con tutta probabilità l’80% di persone arriveranno da fuori città, con circa 10mila matricole”.

Anche l’assessore alle Politiche Giovanili Micol Guerrini plaude al nuovo servizio: “E’ un’ottima iniziativa, soprattutto per gli studenti universitari, ma anche per gli studenti-lavoratori che si avvicinano a Ferrara”. Già, perché il portale si rivolge anche per i lavoratori e per i turisti intenzionati a raggiungere la città in occasione dei grandi eventi come Internazionale, il Buskers Festival o il Ferrara Balloons Festival.

“Questo portale è un ottimo strumento, averne uno unico dove un privato o un’agenzia immobiliare può inserire un immobile è molto utile” ammette Roberto Marzola, presidente provinciale di Fimaa, che lancia un appello a tutti quei proprietari che attualmente si trovano per le mani un immobile sfitto, o vuoto, facendo leva sulle agevolazioni fiscali: “Facendo i contratti con cedolare secca la tassazione è del 10%, c’è il 25% di sgravi sull’Imu e non ci sono oneri di imposte per il registro dei contratti”. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi