Gio 18 Lug 2019 - 1711 visite
Stampa

Schiacciato dal muletto, camionista perde una gamba

Francesco Fiori esce dalla terapia intensiva dopo due settimane dal grave infortunio sul lavoro

L’allarme lanciato da Rifondazione Comunista in merito agli infortuni sul lavoro è “dedicato a tutti i Francesco”. Un pensiero per Francesco Fiori, l’autotrasportatore ferrarese di 53 anni rimasto schiacciato da un muletto e ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Maggiore di Bologna.

Il grave incidente sul lavoro è avvenuto lo scorso 2 luglio all’interporto di Bentivoglio, nel Bolognese, dove il camionista, dipendente precario di una ditta di trasporti di Padova ed ex segretario cittadino del Pdci di Ferrara, è stato improvvisamente travolto da un muletto mentre stava caricando la merce su una rampa in pendenza.

Le sue condizioni sono apparse subito molto serie: il pesante macchinario gli ha schiacciato le gambe e il bacino e, una volta liberato dalla morsa, è stata necessaria la corsa d’urgenza in elisoccorso all’ospedale Maggiore, dove è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione, poi trasferito nel reparto di chirurgia.

Fiori è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per l’amputazione di una gamba fino a metà coscia e ora, dopo lunghi giorni di febbre alta, si sta avviando verso la fase di miglioramento. Dopo due settimane di agonia, è uscito dalla terapia intensiva e ha potuto prendere in mano il telefono per rassicurare amici e parenti sulle sue condizioni.

Sono tanti i messaggi di incoraggiamento che stanno fioccando sui social per esprimere vicinanza e fare forza a Francesco, da parte di amici ed ex colleghi che sperano di riaverlo presto tra loro per poterlo abbracciare non solo virtualmente.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi