Gio 18 Lug 2019 - 2214 visite
Stampa

Quattro anni al dipendente comunale infedele

A gennaio venne arrestato per aver sottratto al Comune cinque carte carburante e aver rivenduto agli amici la benzina acquistata

È più alta perfino della richiesta avanzata dal pm, la condanna inflitta dal giudice a Englebert Balbo, il dipendente comunale che aveva indebitamente prelevato e utilizzato cinque carte carburante dell’amministrazione per rivendere ad alcuni amici la benzina acquistata con le stesse.

La condanna in abbreviato per l’uomo – 40 anni, ex magazziniere a addetto al parco macchine di via Marconi, difeso dall’avvocato Pasquale Longobucco – è, infatti, a 4 anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione,1.200 euro di multa, oltre a 10mila euro di risarcimento al Comune, costituitosi parte civile tramite l’avvocato Vittorio Zappaterra. Il pubblico ministero aveva chiesto 3 anni e mezzo. Balbo venne arrestato a gennaio dai Carabinieri dopo che l’amministrazione comunale, notando diverse anomalie, denunciò tutto già a partire dall’agosto del 2018.

La moglie (difesa dall’avvocato Valentina Bordonaro), accusata di ricettazione e di aver partecipato ad alcuni furti di carburante, ha invece patteggiato 8 mesi e 140 euro di multa, più 1.900 euro di risarcimento al Comune. Gli altri ‘amici’ hanno scelto anche loro la strada del patteggiamento: 2 mesi e 140 euro di multa per uno e 2 mesi e 20 giorni per l’altro. Altre due posizioni sono state stralciate per valutare la richiesta di messa alla prova.

Motivazioni a 90 giorni. “Le leggeremo e valuteremo se fare appello”, commenta il difensore di Balbo.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi