Mer 17 Lug 2019 - 4497 visite
Stampa

Manovra azzardata in Romea, auto abbatte una moto

Una famiglia di turisti ungheresi tenta un'inversione di marcia. Fratture per il centauro trasferito in elisoccorso a Cona

di Giuseppe Malatesta

Comacchio. Una manovra azzardata all’origine dell’incidente che martedì mattina intorno alle 10.30 ha coinvolto lungo la Statale Romea un’auto e una moto che viaggiavano entrambe in direzione Venezia. Nei pressi del ristorante McDonald’s di Porto Garibaldi, in località Collinara, una Mercedes sui cui viaggiava una famiglia di turisti ungheresi ha accostato per effettuare un’inversione di marcia urtando una moto di grossa cilindrata che proveniva da sinistra.

Il conducente della due ruote, un 40enne del posto, ha riportato diverse fratture a gamba e spalla destre, così per lui si è reso necessario il trasporto in elisoccorso verso l’ospedale di Cona. Illesi tutti e quattro i turisti a bordo dell’auto, una famiglia di Budapest – due genitori, un bambino e una adolescente.

Ignorando la pericolosità del tratto di strada in questione, a scorrimento veloce e ricco di accessi e svincoli per strade provinciali e superstrada, l’automobilista straniero ha accostato nella piazzola di una stazione di servizio per invertire la marcia ma nel momento in cui si è re-immesso in Romea si è scontrato con il motociclista, che secondo quanto accertato non procedeva a velocità sostenuta.

Sul posto i Vigili del fuoco del distaccamento di Comacchio si sono occupati di mettere in sicurezza i mezzi, mentre la Polizia Stradale ha curato i rilievi e regolato il traffico, del tutto bloccato per circa mezz’ora in direzione Ravenna, rallentato nel senso opposto.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi