Mar 16 Lug 2019 - 196 visite
Stampa

La musica classica torna sul palco di Marfisa d’Este

I temi classici trascritti per charango e chitarra acustica protagonisti nel nuovo appuntamento della rassegna

Temi della più bella musica classica trascritti per due strumenti quali il charango e la chitarra acustica costituiscono la novità di giovedì 18 luglio alle ore 21.15 per Musica a Marfisa d’Este, in corso Giovecca 170. Protagonisti saranno il chitarrista Tomás Veloz e il charanghista Michel Barros Bessone. Sarà piacevole ascoltare brani come la sinfonia della “Gazza ladra” e il finale dell’ouverture del “Guglielmo Tell” di Gioachino Rossini, la Czardas di Monti, il Rondò alla turca e la serenata Eine Kleine Nacht Musik di Mozart, o l’allegro con brio della “Quinta sinfonia” di Beethoven, e altri pezzi celebri.

Il concerto è organizzato dal circolo Frescobaldi; l’ingresso è a offerta libera.
Il duo Veloz-Barros Bessone si è formato nel 2015 assumendo il nome di “Little Symphonic Duet” ed ha tenuto concerti in Sudamerica e in varie città d’Europa.

Il progetto musicale combina l’uso del charango e della chitarra, strumenti ad arco della musica tradizionale latinoamericana, con le molteplici armonie e ritmi delle differenti epoche e geografie della storia della musica.

Michel Barros Bessone è un compositore, chitarrista e charanghista nato a Santiago del Cile nel 1982. Come concertista di charango, strumento con cui ha sviluppato uno stile proprio e unico, ha recentemente suonato sia come solista sia con diversi gruppi nelle principali città europee. Come compositore ha scritto musiche per progetti teatrali, cortometraggi, animazioni e colonne sonore.

Tomás Veloz è uno scienziato in diverse discipline e musicista autodidatta, nato a Santiago del Cile nel 1983. Ottiene la laurea in Fisica e Matematica (Universidad de Chile), il master in scienze informatiche (Universidad de Chile) e il dottorato in studi interdisciplinari (University of British Columbia, Canada). Suona la chitarra e la tromba in una rock band a Tianjin. Dal 2015 Tomás ha ripreso lo studio della chitarra classica e tradizionale, e insieme a Barros Bessone ha iniziato a scrivere anche proprie composizioni musicali.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi