Mar 2 Lug 2019 - 104 visite
Stampa

Alghe nel fossato del Castello: “Situazione rientrata”

Il neo assessore all'Ambiente Alessandro Balboni rassicura: "Riattivate le fontane. La proliferazione dovuta al caldo"

L’allarme lanciato da Fridays for Future sull’invasione di alghe nel fossato del Castello Estense è cessato. La “situazione spiacevole” è rientrata, fa sapere il neo assessore all’Ambiente Alessandro Balboni: “Il contesto è tornato ad essere in buone condizioni”.

“Ricordiamo – precisa l’assessore – che la proprietà e la manutenzione del fossato del Castello Estense sono in capo alla Provincia di Ferrara, i cui uffici tecnici hanno potuto rassicurarci per quanto riguarda le condizioni ambientali del fossato. Le condizioni climatiche di questo periodo, caratterizzate da un caldo intenso, unite alla manutenzione delle pompe che ha necessitato lo spegnimento delle fontane, ha provocato una temporanea proliferazione di alghe”.

“Al fine di evitare una condizione di anossia delle acque, con i relativi rischi per la fauna ittica che popola il fossato – aggiunge Balboni – sono stati effettuati interventi di movimentazione meccanica delle acque, avvenuta nella giornata di venerdì con delle imbarcazioni. Questa mattina (ieri, ndr) invece sono state riattivate le fontane, le quali hanno disperso le alghe che si erano accumulate in superficie e che formavano una barriera tra aria ed acqua impedendo la regolare ossigenazione di quest’ultima”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi