Lun 1 Lug 2019 - 3550 visite
Stampa

Oltre 600 posti a Medicina, Fabbri applaude il rettore “rivoluzionario”

Via libera dal Miur all'aumento delle immatricolazioni Unife. Il sindaco: "Primo passo verso il superamento del test di accesso"

Aumentano i posti per le immatricolazioni ai corsi di laurea ad accesso programmato nazionale in Medicina e in Odontoiatria. Il via libera da parte del Miur fa ‘volare’ i posti disponibili a Unife dagli attuali 183 ai 602 (di cui due riservati agli studenti extracomunitari) per l’anno accademico 2019/2020.

Il decreto firmato dal ministro dell’Istruzione Marco Bussetti che stabilisce 11568 posti su scala nazionale (erano 9779 lo scorso anno) per Medicina e Chirurgia passa ora al Ministero della Salute, per essere controfirmato dalla ministra Giulia Grillo, ma intanto colloca l’ateneo estense ai vertici per disponibilità di immatricolazioni, secondo solo al policlinico ‘La Sapienza’ di Roma in cui sono state concesse 660 nuove immatricolazioni.

Una sorta di pre-sperimentazione al modello proposto dal rettore Giorgio Zauli che prevede l’abolizione del test d’ingresso alla facoltà di Medicina a partire dal prossimo anno accademico 2020/21.

La notizia è stata accolta con soddisfazione dal sindaco Alan Fabbri che fa i “complimenti alla nostra Università degli Studi di Ferrara per aver ottenuto dal Ministero ben 602 posti per la Facoltà di Medicina al posto degli attuali 183. Siamo secondi solo a Roma!”.

“Lungimiranza, tenacia ed efficiente progettualità – rimarca il primo cittadino – portano il nostro Ateneo, guidato dal rivoluzionario rettore Giorgio Zauli, ad un primo passo verso il raggiungimento di un obiettivo importante: quello in direzione del superamento del test di accesso a Medicina”.

Il sindaco Fabbri conferma la volontà di “tenere ben saldi i rapporti tra amministrazione e università, facendomi carico, dove possibile, delle istanze da portare al Ministero per continuare questo processo sperimentale. Unife e i suoi studenti sono una risorsa fondamentale per il nostro territorio e continueremo a migliorare la nostra città per renderla sempre più una meta apprezzata dai giovani di tutta Italia”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi