Mar 25 Giu 2019 - 4035 visite
Stampa

Minaccia di morte la compagna con un coltello da cucina

La figlia chiama i soccorsi e i poliziotti denunciano il 45enne per minacce gravi aggravate

Ha chiesto al compagno di lasciare il bar e tornare a casa con lei, dove però è stata picchiata e minacciata di morte con un coltello. E’ successo nella serata di domenica, quando a intervenire sono stati gli agenti della Questura allertati dalla figlia della donna.

Quest’ultima era stata informata dalla madre che l’uomo, il 45enne M.B. nato in Romania ma residente a Ferrara, la stava picchiando e che le doleva un braccio.  All’arrivo degli agenti, la situazione si era tranquillizzata e i poliziotti hanno appreso donna che il motivo della lite era perché, nel pomeriggio verso le 16, al bar di piazzale Castellina, aveva chiesto al compagno di tornare a casa con lei, richiesta non gradita dall’uomo, che al suo rientro alle ore 20 successive ha continuato a inveirle contro, minacciandola di morte che un coltello da cucina che ha piantato sul comodino. L’uomo, offendendola, le ha anche afferrato il braccio e piegato il polso, fino a quando la donna è riuscita a chiamare la figlia che ha allertato le forze dell’ordine.

Interrogato dai poliziotti, il 45enne ha confermato il litigio per i motivi descritti dalla compagna, aggiungendo che al suo rientro a casa la donna gli si era avventata contro con urla e che per allontanarla ha dovuto ricorrere alla forza.

La donna è stata poi accompagnata al pronto soccorso con un’ambulanza per accertamenti più specifici, mentre l’uomo è stato denunciato in stato di libertà per il reato di minacce gravi aggravate.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi